Rubrica — Spettacolo

Universo corto 2020 a Tuscania

Dal 22 al 25 luglio 2020 la tredicesima edizione del festival internazionale per cortometraggi. Presidente della giuria tecnica l'attore e regista Eros Galbiati, già co-protagonista del film Notte prima degli esami di Fausto Brizzi


Nonostante la gran parte dei festival di cinema siano stati annullati, rimandati o convertiti online, Universo corto 2020, organizzato dall’associazione pisana Giovani Persone, si terrà regolarmente nelle date stabilite a Tuscania, nella prestigiosa location già sperimenta nella scorsa edizione del Parco Torre di Lavello.

La Presidente del circolo Maria Elena Bianchi Bandinelli esprime un sincero e commosso ringraziamento all’amministrazione di Tuscania, in particolare al Sindaco Fabio Bartolacci e al Presidente del Consiglio comunale di Tuscania con delega alla cultura Stefania Nicolosi, per il coraggio e la volontà di mantenere il proposito di riportare il festival a Tuscania nonostante i rilevanti problemi fronteggiati negli ultimi mesi: "I contatti con l’amministrazione comunale di Tuscania non si sono mai interrotti -continua Bianchi Bandinelli- sebbene la decisione sia stata rimandata ad un momento in cui, grazie anche alla normativa nazionale, è stato chiaro che il festival si potesse svolgere in piena sicurezza. Anzi, in un momento in cui la distanza interregionale che separa Pisa da Tuscania, la prosecuzione delle relazioni proficuamente instaurate con l’amministrazione è servita a smorzare l’atmosfera surreale che abbiamo vissuto in questi mesi. Segno che la cultura è un collante fondamentale anche nei momenti di più cruda emergenza. Nel merito dell’edizione di quest’anno il plauso deve essere rivolto principalmente al direttore artistico Riccardo Romboli che anche quest’anno presenta alle numerose giurie una Kermesse di eccezionale livello".

Parlando della selezione delle opere il Direttore artistico Riccardo Romboli, sottolinea che il festival Universo Corto mantiene la sua vocazione plurale, multiculturale e di apertura verso tutti i linguaggi che compongono il panorama del cortometraggio a livello globale. I temi toccati dalle opere sono estremamente variegati, come quelli, attualissimi, delle migrazioni (Apollo 18, Black tank) e della dignità della donna (Modern man, Anna). Nell'universo della commedia, più o meno amara, la parte del leone la fanno gli italiani Genericamente, L'uomo che uccise James Bond, Alleluja, Non è solo un gioco, ma trova spazio anche il coreano Idols never die, che descrive il fenomeno esotico degli "Idol". Altri sguardi su mondi e realtà lontani li gettano il ghanese Da Yie, il tunisino Brotherhood e il curdo-canadese The room. La tensione a indagare le problematiche sociali attuali è una forte componente del festival con gli intensi Sister e The neighbor's window (premio Oscar 2020), i divertenti Walter Treppiedi, Consume e Chicken of the dead, il coraggioso Green water. Gli spettatori più sensibili alle opere che scavano nell'interiorità dell'animo umano potranno apprezzare Olga's diamond, L'oro di famiglia, Shutdown, Inverno (David di Donatello 2020). Una selezione di cortometraggi che riflette a 360° il mondo del cinema breve nella sua declinazione più attuale e di qualità.

Presenti a Tuscania nei giorni del festival anche numerosi componenti del comitato scientifico del festival tra i quali i Professori Luisa Azzena (Università di Pisa), Alfredo Fioritto (Università di Pisa), Tania Groppi (università di Siena), Paolo Heritier (Università del Piemonte Orientale), Flavia Monceri (Università del Molise). In considerazione della limitazione dei posti a disposizione, sarà possibile prenotare il proprio posto a sedere indicando nome, cognome, serata a cui si è interessati e numero dei posti che si vuole prenotare (max 5 per ciascuna mail), fino alle 19:00 di ciascuna giornata, alla mail universocorto2020@gmail.com; per mantenere attiva la prenotazione, è necessario presentarsi all'ingresso entro 15 minuti prima dell'orario

Redazione Nove da Firenze