Università: il Consiglio di Stato riammette 250 studenti a Medicina

Tra i vincitori del ricorso, patrocinato dal network legale 'Consulcesi', anche universitari che studiano a Firenze


(DIRE) Bologna, 22 ott. - Il Consiglio di Stato ha rimesso in corsa 250 studenti che inizialmente erano stati esclusi dal test d'ingresso di Medicina. Il 42% dei vincitori del ricorso, patrocinato dal network legale 'Consulcesi', proviene dal nord Italia, il 31% dal centro e il 26% dal Meridione. 

Le città con la maggior quota di studenti riammessi sono Roma (13%), Milano (9%), Bologna (8%) e Napoli (7%). Seguono Firenze (6%), Torino e Bari (4%). La maggioranza dei ricorrenti è donna (56%). 

La motivazione della pronuncia del Consiglio di Stato, spiega il presidente di Consulcesi, Massimo Tortorella, è legata all'aumento "voluto dal ministero di 1.600 posti a disposizione dei candidati all'ingresso alla Facoltà di Medicina. Questo sarebbe indice del 'sottodimensionamento dei posti sin qui disponibili nell'offerta formativa' e sembrerebbe anche 'più aderente ai prevedibili fabbisogni sanitari futuri'".

Il Consiglio di Stato, continua Tortorella, quindi "ha sostanzialmente confermato quel che noi sosteniamo da sempre, ovvero che il numero di posti indicati dagli Atenei italiani è' molto inferiore alla loro effettiva capacità ricettiva. Per non parlare poi delle irregolarità che ritornano puntuali ogni anno in sede di test. Continuano ad arrivarci decine di segnalazioni sul portale www.numerochiuso.info e sui canali social che potrebbero sfociare in una pioggia di ricorsi. Anche perché il ricorso resta l'unica via per ottenere la riammissione". (San/ Dire)

Redazione Nove da Firenze