Unicoop Firenze, pesche per sostenere l'ATT

Dal 25 al 30 agosto per ogni confezione contrassegnata dal bollino ATT sarà donato 1€ per migliorare la qualità di vita dei malati oncologici


Dal 25 al 30 agosto nei quattro punti vendita Unicoop Firenze di Gavinana, Sesto Fiorentino, Ponte a Greve e Lastra a Signa acquistando le pesche dell'azienda Illuminati sarà possibile donare 1 euro a sostegno dei malati oncologici curati a domicilio dall'Associazione Tumori Toscana.

Le pesche di qualità pesche gialle e nettarine, prodotte esclusivamente in Val di Chiana, saranno disponibili in confezioni da 2 kg contrassegnate dal bollino con il logo ATT.

La collaborazione fra Unicoop Firenze e ATT dura da diversi anni. Sono infatti diventati una tradizione i cesti natalizi che sostengono il servizio di cure domiciliari oncologiche gratuite ai malati della Toscana, un regalo gustoso e solidale che ha riscosso, Natale dopo Natale, grande apprezzamento da parte di soci e clienti di Unicoop Firenze. Nel 2019 inoltre Fondazione Il Cuore si scioglie e Fondazione Cr Firenze hanno promosso e finanziato il crowdfunding “Avrò cura di te” per la realizzazione di un corso di formazione finalizzato a supportare il malato oncologico e la famiglia presso la loro abitazione, fornendo elementi di cura e assistenza e sostegno emotivo e relazionale. Questo agosto torna in quattro Coop.Fi la possibilità di contribuire a sostenere l’attività di ATT, semplicemente acquistando una confezione da due kg di pesche toscane.

“Continuiamo a sostenere ATT per il prezioso lavoro che svolge ogni giorno, a supporto dei malati oncologici e delle loro famiglie. Insieme ai nostri soci e clienti, da anni siamo accanto a questa realtà toscana che si impegna per tutta la collettività e per portare a casa dei pazienti non solo terapie, ma anche vicinanza e sollievo. Generalmente lo abbiamo fatto a Natale, ma, considerata anche la situazione di emergenza economica che stiamo affrontando, quest’anno abbiamo deciso di dare spazio anche ad una raccolta fondi estiva. Le donazioni saranno legate all’acquisto delle pesche Illuminati, un prodotto 100% toscano, sano, di stagione e per tutti questi motivi fondamentale in una dieta improntata al benessere ” fanno sapere da Unicoop Firenze.

“Ringrazio Unicoop Firenze e l'azienda Illuminati –dice Giuseppe Spinelli, Presidente ATT- per questa importante collaborazione che ha una doppia valenza. Acquistando una confezione di pesche solidali i consumatori potranno aiutare concretamente i malati di tumore e nello stesso tempo porteranno sulle loro tavole un frutto dalle ottime caratteristiche nutrizionali, prezioso alleato per la loro salute. Sono anche felice di sottolineare che questa operazione vede protagoniste tre realtà del territorio toscano che hanno deciso di unire le forze per aiutare quei cittadini che stanno combattendo contro il cancro. In particolare i fondi raccolti con le pesche solidali saranno destinati alla campagna “Un Nuovo Medico per le Cure a Casa” finalizzata a rafforzare lo staff medico dell’ATT per far fronte alla crescita del numero di pazienti. Grazie a questo progetto, le visite al domicilio da 170 passeranno a 225 ogni mese, oltre 50 in più e i pazienti saranno curati al meglio possibile e anche nei luoghi meno facili da raggiungere, nonostante le mille difficoltà di questo periodo”.

“Abbiamo accettato con entusiasmo l’idea di unirci a questo progetto di ATT e Unicoop Firenze, per sostenere le cure domiciliari ai malati oncologici della Toscana. Siamo convinti che sia importante dare visibilità, oltre che un sostegno economico, ad una realtà come ATT che è un compagno di viaggio per tante famiglie che devono affrontare la malattia oncologica. A loro va il nostro grazie per l’impegno e la presenza quotidiana, ai soci e clienti di Unicoop Firenze l’invito a donare perché le attività di ATT possano continuare ed anche venire potenziate” fanno sapere da Illuminati Frutta.

Scheda prodotto:

“Le pesche gialle e nettarine provenienti dalla Valdichiana hanno un sapore dolce, la polpa è di colore giallo intenso e con l’approssimarsi della maturazione tendono ad ammorbidirsi e a liquefarsi al momento della mangiata. Le varietà prodotte in Valdichiana sono di tipo tradizionale e si raccolgono tipicamente dopo la metà di luglio” spiegano da Illuminati Frutta. 

Redazione Nove da Firenze