Rubrica — Fiorentina

Un pareggio tra Fiorentina e Sampdoria in una gara ricca di emozioni.

All'ultimo minuto i viola trovano il pareggio contro i doriani. Ottimo esordio casalingo per Muriel che segna due goal straordinari. Buona gara di Chiesa e Veretout. Qualche indecisione in difesa.


Un pareggio che lascia l'amaro in bocca ai viola.Un pareggio peraltro, agguantato al novantatreesimo, che non rende merito a una Fiorentina che avrebbe meritato di vincere e che in inferiorità numerica per quasi un terzo di gara ha dimostrato gioco, personalità e determinazione.

Per affrontare la Sampdoria Pioli si affida a un tridente d'attacco con Chiesa, Simeone e Muriel.Una scelta tattica inconsueta e azzardata che sembra dare buoni frutti. E',infatti, una Fiorentina più intraprendente che sembra partire col passo giusto . Al nono una buona azione Muriel- Gerson-Chiesa è conclusa da Edimilson con un tiro fuori di poco. Al 12' grande azione sulla destra di Chiesa che serve Simeone a centro area, ma il Cholito è anticipato di un soffio. Al 18' ancora una grande giocata di Chiesa che serve Simeone in profondità, ma l'argentino perde il tempo ed è recuperato da Tonelli. La Sampdoria sembra subire la maggiore aggressività dei viola ma al 24' riesce a farsi vedere con Jankyo che serve Quagliarella. Il tiro è però parato da Lafont. Al 34' arriva il meritato vantaggio viola con uno splendido goal di Muriel. Il colombiano discende sulla fascia sinistra, salta agevolmente due difensori e conclude con un rasoterra che batte Audero.

La partita sembra andare nella direzione sperata per i viola, ma al 39’ Edilmilson Fernandes si fa ammonire per la seconda volta per un fallo abbastanza ingenuo a metà campo ed è espulso dall'arbitro Di Bello La Fiorentina si ritrova in inferiorità numerica e la Samp comincia a premere e trova il pareggio al 44' grazie a una punizione, decretata dall'arbitro per un presunto fallo di Biraghi e trasformata con una straordinaria esecuzione di Ramirez

Nella ripresa Pioli cambia modulo :richiama in panchina Simeone e schiera a centrocampo Dabo. Giampaolo Toglie Ramirez per Saponara. La Sampdoria in superiorità numerica cerca lo spunto per chiudere la gara che , invece, si mantiene in equilibrio. All'ottavo minuto un tiro di Quagliarella è deviato in angolo da Vitor Hugo. Al dodicesimo ci prova la Fiorentina con Chiesa ma il tiro è deviato da Tonelli. Al 25' arriva un altro splendido goal di Muriel che, dopo una corsa a tutto campo , salta Andersen e Murru e con un destro a incrociare sul secondo palo, mette in rete. Pioli toglie il colombiano e inserisce Laurini, lasciando in attacco il solo Chiesa . Una mossa discutibile che schiaccia troppo i viola e che lascia ampi spazi di manovra a una Samp che preme e affonda più agevolmente e trova il pareggio al 35' con un rigore ,concesso per un evidente fallo di mano di Vitor Hugo e trasformato da Quagliarella. Ed è ancora lo stesso attaccante doriano a segnare al 40' dopo aver saltato due difensori viola grazie a un rimpallo fortunoso. La gara sembra finita. I viola stanno per subire un 'immeritata sconfitta. Le emozioni di questa vivace partita non sono, però, terminate. Al 93' un cross di Chiesa è deviato in rete sul secondo palo da Pezzella che ferma la gara sul 3 a 3 finale. Nonostante il rocambolesco finale che evita la sconfitta ai viola, c'è un certo rammarico per un risultato che colloca la Fiorentina in un anonimo decimo posto in classifica . Anche se il rammarico è superato da un certo ottimismo per il futuro . La Fiorentina ha espresso oggi buoni progressi in termini di gioco determinazione e personalità. Una squadra che può contare da oggi su un calciatore come Muriel che ha incantato il Franchi ed entusiasmato i tifosi , un calciatore che con la sua classe permetterà ai viola quel salto di qualità necessario per ambire a traguardi prestigiosi.

Queste le parole di Stefano Pioli ai microfoni di Sky Sport: “Dovevamo fare gol prima, in undici contro undici avevamo avuto diverse occasioni per andare in vantaggio di più di un gol. La partita è cambiata con l’espulsione di Edimilson, i miei giocatori hanno giocato con coraggio. Sarebbe stata una beffa enorme perdere questa partita, complimenti ai miei ragazzi”.

“Muriel? Luis non gioca 90 minuti non so da quanto tempo. La sua forza è la tecnica in velocità. Non ce la faceva più. Mi aspettavo fosse così forte, si è presentato bene a livello mentale. Acquistare un giocatore a gennaio che già conosce campionato e lingua aiuta molto, in questo la società è stata molto brava. Vogliamo mettere il giocatore nelle condizioni di essere quello che è, se in passato non ha dimostrato tutto ciò che vale adesso, ha l’occasione per dimostrare di essere un grande giocatore, e lo sta facendo”.

“Ingenuità di troppo? Sull’espulsione di Edimilson ci sarebbe qualcosa da dire, ma oggi dell’arbitro non parlo. Siamo tornati in vantaggio contro un avversario molto forte, noi ci siamo abbassati un po’ e non siamo stati lucidi nelle scelte difensive. Sui loro due goal potevamo fare qualcosa in più sicuramente, ma abbiamo comunque avuto grandissimo cuore”.

“Muriel? Il talento va messo a disposizione della squadra e viceversa, va messo nelle condizioni di farlo giocare al meglio. Oggi ha giocato bene tra le linee sia ad attaccare la profondità. Oggi abbiamo provato con un tridente molto offensivo perché era una partita in cui si poteva verticalizzare molto per la linea difensiva alta della Samp, ogni partita si vedrà che si può fare in base all’avversario. Comunque sia, è chiaro che Luis è un giocatore straordinario. Glie l’ho detto il primo giorno: è l’unico giocatore che mi ha sempre ricordato Ronaldo . Può fare tutto in attacco, io dovrò solo esser bravo a trovare equilibrio, lui deve dimostrare continuità”.

Fiorentina-Sampdoria 3-.3

FIORENTINA (4-3-3) Lafont, Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo (40' st Mirallas), Biraghi, Gerson, Edimilson, Veretout, Chiesa, Simeone (1' st Dabo), Muriel (31' st Laurini). Allenatore: Pioli

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero, Sala, Tonelli, Andersen, Murru, Praet, Ekdal, Jankto (28' st Gabbiadini); Ramirez (1' st Saponara), Quagliarella, Caprari (24' st Defrel). Allenatore: Giampaolo

Arbitro: Di Bello di Brindisi

Reti: 34' pt Muriel; 44' pt Ramirez; 25' st Muriel; 35' st Quagliarella (rigore); 40' st Quagliarella; 48' st Pezzella

Fiorentina — rubrica a cura di Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri — Giornalista e scrittore, laureato in Lettere, ha pubblicato su testate giornalistiche nazionali e locali (Paese Sera, Avanti, Teleregione, Industria Toscana, Michelangelo, Ricerche Storiche)

E-mail: arte@nove.firenze.it