Rubrica — Editoria Toscana

Un libro per i 75 anni della Misericordia di Barberino Tavarnelle

Immagini in bianco e nero, testimonianze, documenti storici


Barberino Tavarnelle. Quanta storia si è avvicendata, quanto tempo è trascorso da quel lontano 1946, anno in cui fu inaugurata la prima autoambulanza, a disposizione dei cittadini, in via Benedetto Naldini a Tavarnelle Val di Pesa. Oggi, a distanza di 75 anni dalla nascita della Confraternita di Misericordia di Barberino Tavarnelle, la memoria di questa immagine in bianco e nera, ingiallita dal passare degli anni, torna in vita grazie ad una pubblicazione, ricca di immagini storiche e contemporanee, di testimonianze lasciate da coloro che ne hanno costruito l’anima, che ripercorre il cammino di un impegno civico, sociale e sanitario di cui la comunità è stata protagonista. È stata celebrata nei giorni scorsi l'importante ricorrenza con la celebrazione della Santa Messa nella Chiesa del Borghetto alla presenza del parroco di Tavarnelle don Franco del Grosso, del presidente Paolo Naldini, dei volontari e del sindaco David Baroncelli e dell’assessore Roberto Fontani.

"Un omaggio agli sforzi di tutte le persone, dei numerosi volontari - ha dichiarato il presidente Paolo Naldini - che si sono alternati e che hanno costruito l'anima solidale, semplice, altruistica di questa importante realtà del nostro territorio che ho l'onore di condurre. Sono particolarmente felice di condividere il traguardo con tutti loro, anche se il difficile momento non ci ha consentito di organizzare l'evento che immaginavamo. Abbiamo tuttavia pensato di lasciare traccia visibile e concreta di questa lunga strada, fatta insieme nel segno dell'unità e della coesione con la realizzazione di un volume che offre uno specchio, un riflesso di ciò che ha rappresentato la Confraternita di Misericordia nel corso del tempo. E’ l'opportunità di conoscere e valorizzare nel presente le donne e gli uomini che hanno fatto parte della nascita e del percorso di crescita della Confraternita dove le generazioni non solo si sono incontrate ma hanno costruito un modello virtuoso giunto fino ai giorni nostri".

Un ringraziamento speciale è rivolto dal sindaco David Baroncelli. "La Confraternita di Misericordia di Barberino Tavarnelle e il suo presidente Paolo Naldini - conclude il primo cittadino - sono un punto di riferimento per tutti noi che ci ritroviamo uniti nel sentimento della Misericordia, l’espressione di una comunità nobile che cresce nella consapevolezza e apre nuove strade al futuro della speranza". Ai ringraziamenti del primo cittadino si uniscono quelli dell’assessore alle Politiche sociali Giacomo Trentanovi. “Il mio grazie è rivolto a tutti coloro – conclude – che investono consapevolmente la propria crescita umana nell’attività di volontariato e si spendono quotidianamente con passione e costanza a favore dei bisogni altrui. Dedicare risorse, idee, energie per migliorare la qualità della vita della nostra comunità è il modo migliore per dare valore al nostro tempo ed esprimere sul campo il significato della cultura della solidarietà che si lega strettamente ai temi della cittadinanza attiva”. La pubblicazione è disponibile presso la sede della Confraternita in via Naldini.

Redazione Nove da Firenze