Un broker assicurativo unico per i sei Consorzi di Bonifica della Toscana

Una copertura completa, anche nell’interesse dei contribuenti. l CB2 ha svolto il ruolo di capofila e di stazione appaltante della gara in forma associata per l’individuazione di un consulente. Importante risultato in un momento in cui il sistema della bonifica è chiamato ad assumersi maggiori impegni e responsabilità


Firenze, 5 novembre 2020ANBI Toscana ha concluso la procedura per la scelta di un broker assicurativo unico. Il broker, una figura che supporta le imprese nella scelta della migliore copertura assicurativa, farà da intermediario tra i Consorzi e le compagnie assicurative, individuando di volta in volta la soluzione migliore per tutelare le attività quotidiane dei Consorzi di Bonifica della Toscana.

«Si tratta di un risultato importante raggiunto da ANBI Toscana – afferma il presidente dell’associazione Marco Bottino -. I nostri Consorzi continuano a lavorare in sinergia con l’obbiettivo di ottimizzare tempi e risorse. Un gioco di squadra importante, portato avanti nell’interesse della collettività.»

Spesso i lavori per la tutela del rischio idraulico sono rischiosi e impattanti: affidarsi a un esperto è vantaggioso perché permette di individuare la migliore soluzione tra le molteplici proposte ed essere coperti, al netto di eventuali franchigie, dai danni che possono emergere durante un intervento. Inoltre avere una copertura completa per eventuali danni, significa agire nell’interesse dei contribuenti che non si trovano a dover contribuire a spese impreviste.

La stazione appaltante per conto di ANBI Toscana è il Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno. La gara unica si è conclusa in modalità telematica sulla piattaforma Start della Regione Toscana. Seguiranno, come previsto dalla normativa in vigore, i controlli sull'impresa aggiudicataria: successivamente sarà adottato il provvedimento di aggiudicazione.

Redazione Nove da Firenze