​Turismo responsabile, accordo Comune e Booking.com su vademecum EnjoyRespect e Alia

Chi prenoterà attraverso Booking.com riceverà nella mail di conferma due comunicazioni


Comune di Firenze e Booking.com insieme per promuovere il turismo responsabile e diffondere le linee guida per un corretto comportamento. Da oggi, chi prenoterà attraverso il portale riceverà nella mail di conferma il decalogo per il rispetto della città e il corretto smaltimento dei rifiuti. È l’obiettivo della collaborazione tra l’Amministrazione comunale e il più portale Booking.com lanciata dall’assessore al Turismo Cecilia Del Re e dall’assessore all’Ambiente Alessia Bettini, insieme al Regional Manager italiano di Booking.com Alberto Yates.

“Prosegue l’impegno per il turismo responsabile che si arricchisce oggi della collaborazione con Booking.com - ha detto l’assessore Del Re -, una delle principali piattaforme digitali di viaggio. Una collaborazione che renderà le campagne EnjoyRespect e Alia sempre più forti e capillari: chi prenoterà attraverso Booking.com riceverà nella mail di conferma due comunicazioni – ha spiegato Del Re -: la prima, relativa alla campagna EnjoyRespect, con il decalogo delle buone regole per godersi Firenze rispettandola; la seconda relativa al corretto smaltimento dei rifiuti, con l’indicazione di tutte le postazioni per la raccolta differenziata, in più lingue”.

“I turisti che vengono a Firenze sono i benvenuti ma devono rispettare la città – ha dichiarato l’assessore Bettini -: mettere a loro disposizione, fin dall’atto di prenotazione, le linee guida di comportamento per salvaguardare al meglio il decoro e anche tutte le informazioni per una corretta raccolta dei rifiuti è uno strumento importante per evitare gli effetti indesiderati del turismo di massa”.

"I viaggiatori cercano sempre più modi di viaggiare e scoprire il mondo in modo sostenibile – ha detto il Regional Manager italiano di Booking.com Alberto Yates -, e da parte nostra vogliamo fare di tutto per rendere la loro esperienza ancora più semplice. Perché si verifichino cambiamenti significativi, abbiamo bisogno del pieno impegno di tutte le parti coinvolte nell'esperienza di viaggio. Questo è il motivo per cui Booking.com ha scelto di collaborare con il Comune di Firenze: per aiutare, educare e supportare insieme i proprietari di strutture ricettive in merito al riutilizzo, alla riduzione e al riciclaggio dei rifiuti".

Come parte di questa iniziativa di sensibilizzazione, Booking.com ha creato una guida di riferimento multilingue per l'utilizzo da parte dei suoi partner di strutture ricettive sulle migliori pratiche di riutilizzo, riduzione e riciclaggio dei rifiuti. Il vademecum integra collegamenti diretti al sito web Alia, la società di gestione dei servizi ambientali della Toscana centrale, e spiega come separare la raccolta dei rifiuti, quali siano i contenitori corretti e dove trovarli dislocati in città.

Booking.com elabora annualmente un report sulla sostenibilità che rivela come nel 2018 il trend dei viaggi “green” abbia continuato a guadagnare terreno con una larga maggioranza di viaggiatori globali (87%) che affermano di voler viaggiare in modo sostenibile e quasi quattro su 10 (39%) confermano di farlo sempre o quasi sempre. Tuttavia, il 48% dichiara di non riuscire mai, raramente o solo a volte a viaggiare in modo sostenibile, suggerendo che mentre si promettono passi in avanti per un futuro più verde, c’è ancora molta strada da fare per trasformare il trend dei viaggi green in una realtà consolidata.

Redazione Nove da Firenze