​Tributi: ecco le novità per rifiuti e suolo pubblico nel 2019 

La denuncia Tari andrà presentata entro 60 giorni dall’occupazione dei locali; consistenti agevolazioni Tari e Cosap per le attività danneggiate dai cantieri


Le dichiarazioni TARI, la tariffa per lo smaltimento rifiuti, dovranno essere presentate entro 60 giorni dall’inizio dell’occupazione dei locali sia per le nuove conduzioni che per modifiche o variazioni di quelle già in atto. Il consiglio comunale ha modificato il termine di presentazione della denuncia di nuova occupazione, cessazione o di modifica dei dati sulla Tari che influiscono sulla determinazione del tributo.
Fino ad ora il termine era stabilito nel 31 gennaio dell'anno successivo all’avvenuta modifica; dal 1 gennaio 2019 invece è obbligo segnalare le modifiche entro 60 giorni. La decisione è stata presa per rendere più tempestiva ed efficace sia la procedura di bollettazione sia l’azione di controllo e di contrasto all’evasione.

Per effettuare la modifica è sufficiente presentare il modello di iscrizione, variazione o cessazione della propria utenza reperibile on line sull’apposito sito web dedicato alla Tari dell’area fiorentina (www.tari-areafiorentina.it) selezionando il Comune di Firenze e accedendo alla relativa area dedicata a “Moduli e documenti”. In alternativa è sempre possibile rivolgersi agli sportelli Tari di Alia Spa (via Bibbiena 35, zona Via Baccio da Montelupo) aperti da lunedì al venerdì con orario 8.30/14 e 14,30/17.30.

La consegna può avvenire: direttamente presso gli Urp del Comune di Firenze; allo Sportello Tari di via Bibbiena 35; con spedizione postale tramite raccomandata A/R a Alia Servizi Ambientali S.p.A - Ufficio Tari, via Baccio da Montelupo 52, 50142 Firenze; con P.E.C. (posta elettronica certificata) indirizzata a: tariffa.comune.fi@pec.aliaspa.it; via fax allo 055.73.39.205

Per eventuali ulteriori informazioni o assistenza, è possibile chiamare il numero unico di Alia: 800 888 333 (da fisso) 199 105 105 (da mobile). Il servizio di call center è attivo dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 19.30, e il sabato, dalle 8.30 alle 14.30.

Agevolazioni per attività danneggiate dai cantieri

Per Tari e Cosap è attivata nel 2019 una nuova agevolazione tariffaria destinata alle attività che si trovano in strade o piazze interessate dai cantieri.

Tari; dal 1 gennaio 2019 il Comune di Firenze riconosce un’agevolazione temporanea fino ad un massimo del 50% della tariffa totale per le utenze, in regola con i pagamenti pregressi, collocate in vie o piazze direttamente interessate da aree di cantiere per lavori pubblici che implichino la limitazione all’accessibilità dell’area o la preclusione al traffico veicolare o pedonale di durata superiore a sei mesi. Le aree e gli sgravi saranno individuati con specifici provvedimenti della giunta. Tale agevolazione per il 2019 sarà applicata anche alle utenze che si trovano già con cantieri aperti al 1 gennaio 2019.

Cosap: per il 2019 gli esercizi commerciali che si trovano lungo cantieri pubblici di durata superiore a sei mesi usufruiranno di riduzioni in tariffa fino al 50%. Prevista anche l’esenzione del Cosap per le fiere promozionali e le manifestazioni straordinarie di libri e fiori nonché per le occupazioni di suolo pubblico di esposizioni per la vendita di libri poste in prossimità di librerie rientranti nel commercio fisso.

Redazione Nove da Firenze