Trasporto pubblico a Firenze: Ataf verso un nuovo Sciopero

Esito negativo per l'incontro risolutivo tra sindacati ed azienda


 Stamani a Firenze l'incontro in Prefettura tra sindacati ed Azienda fiorentina per la conclusione delle procedure di raffreddamento.

La RSU aziendale ha esposto nuovamente le criticità e chiesto una soluzione a tutti i punti della vertenza: pause dei turni SNC, straordinario turni lunghi, condizioni di lavoro, tempi di percorrenza, videosorveglianza e sicurezza a bordo, lavoratori in distacco da Busitalia, anticipo TFR e prestito aziendale.

"Dopo un’iniziale apertura dell’azienda, al momento in cui abbiamo chiesto che venissero siglate le nostre richieste, c’è stata, da parte aziendale, la richiesta di poterle riconsiderare dal punto di vista economico e quindi di stabilire due incontri, uno in azienda, ed uno successivo in prefettura" spiega la RSU.

 Pertanto "Abbiamo stabilito di concludere le procedure di raffreddamento con esito negativo, ritenendo superflue tali richieste aziendali, poiché la posizione RSU era nota da tempo. Comunicheremo data di assemblea e sciopero quanto prima".

"Dal primo minuto di questa difficile vertenza mi sono reso disponibile al confronto, dimostrando serietà, competenza e senso di responsabilità nell'affrontare determinati argomenti-tecnicismi, oggetto di discussione. Sono rimasto tuttavia basito dall'ennesimo tentativo da parte aziendale di voler tornare nuovamente in sede per affrontare gli stessi problemi evidenziati in tutti questi mesi dalla RSU, per poi ridarsi appuntamento ancora una volta in Prefettura" commenta Massimo Milli, RSU Faisa-Cisal ATAF.

Redazione Nove da Firenze