Rubrica — La tavola toscana

Tra botteghe e storia, a Prato arriva “Artigianato&Aperitivo”

Il 22 e il 29 ottobre, due appuntamenti alla scoperta della città e dei più bei laboratori artistici. L'iniziativa firmata Artex e Unicoop Firenze punta a valorizzare i mestieri


Due appuntamenti alla scoperta delle antiche botteghe artigiane e dei percorsi inediti di Prato. Il 22 e il 29 ottobre arriva Artigianato & Aperitivo, il progetto di trekking urbano firmato da Artex-Centro per l’Artigianato artistico e tradizionale della Toscana in collaborazione con Unicoop Firenze, Cna Toscana, Confartigianato Imprese Toscana, Regione Toscana e Andare a Zonzo. Un’edizione riservata ai soli soci di Unicoop Firenze nata con l'obiettivo di valorizzare il tessuto artigianale delle città e dei borghi della Toscana attraverso attività dinamiche e coinvolgenti.

In ogni passeggiata urbana si coniugano un percorso che permette di visitare il patrimonio artistico, architettonico e culturale della città e la visita a una bottega artigiana, per vedere dal vivo le tecniche di produzione e i segreti dei maestri. Ogni percorso di trekking si conclude con un aperitivo riservato ai partecipanti e agli artigiani che hanno aperto le porte dei loro laboratori. Nata nel 2017, l'iniziativa Artigianato & Aperitivo quest'anno sta coinvolgendo le sette città nelle quali è presente Unicoop Firenze: Arezzo, Firenze, Lucca, Pisa, Siena, Pistoia e Prato. In tutto saranno 22 ventidue i percorsi, offerti in esclusiva ai soci Unicoop Firenze.

A Prato, il primo appuntamento è fissato per giovedì 22 ottobre con Marmi & Pietre, un percorso che si snoda attraverso le vie cittadine a caccia di edifici, più o meno noti, realizzati nei secoli utilizzando le pietre locali. La visita prosegue nella bottega artigiana di Camiceria Baldini. Alla fine del tour, aperitivo presso Uscio e Bottega.

Giovedì 29 ottobre si parla di Sangue & Passione, tour della città accompagnato da storie di passione e di amore, talvolta finite in tragedia. E poi, visita alla bottega orafa artigiana di Andrea Amerighi. Al termine, aperitivo presso I Frari delle Logge.

Tutti gli appuntamenti avranno inizio alle 18 e le visite si svolgeranno nel rispetto delle normative anti-Covid 19. La prenotazione è obbligatoria e soggetta a disponibilità limitata di posti. Tutti i partecipanti dovranno essere dotati di dispositivi di protezione individuali. Il costo dell'aperitivo è di 10 euro. Per prenotazioni www.toscana.artour.itwww.andareazonzo.com. Tel. 055 933 3903 dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 17.

«Abbiamo deciso di riproporre questa iniziativa dopo il successo delle passate edizioni - afferma Sara Biagiotti, vice-presidente di Artex - Si tratta di occasioni importanti per far conoscere meglio le città toscane e le loro tradizioni anche a chi, da cittadino, le vive ogni giorno. L'artigianato rappresenta un'eccellenza del territorio e quest'iniziativa offre un punto di vista unico ai suoi partecipanti».

«Le attività culturali di Unicoop Firenze mirano a offrire ai soci momenti di conoscenza del territorio e del suo patrimonio storico-artistico. In questo caso, grazie alla collaborazione con Artex, riusciamo a unire alla visita delle città più belle della Toscana un elemento di incontro con chi oggi detiene il saper fare artigiano che tutto il mondo ammira. Siamo soddisfatti di proporre in esclusiva ai soci Unicoop Firenze gli appuntamenti di Artigianato&Aperitivo, in un contesto come quello attuale in cui è ancora più urgente sostenere le attività artigianali tradizionali», fanno sapere da Unicoop Firenze.

«I percorsi di Artex sono iniziative importanti per affermare e rilanciare il turismo esperienziale che, pur nella complessa situazione attuale innescata dall’emergenza sanitaria, continua a rappresentare uno dei punti di forza del nostro territorio e dà lavoro a migliaia di imprese ed addetti che operano in moltissimi settori - sottolinea il presidente di CNA Toscana Centro, Claudio Bettazzi - Per sostenere e dare il giusto supporto a queste realtà, già dal 2019, CNA Toscana Centro ha costituito il nuovo raggruppamento Cna Turismo e Commercio. Ben vengano quindi iniziative di pregio come queste, che oltre a dare prestigio e visibilità alle nostre imprese e l’opportunità di conoscere i luoghi “segreti” delle nostre città, valorizzano al massimo questa nuova “cultura” del turismo come esperienza da vivere pienamente e in sicurezza».

«Accogliamo con grande piacere questa iniziativa che appare ancora più bella e significativa perché vissuta in una situazione ancora molto difficile - afferma Cristina Pacini dirigente di Confartigianato imprese Prato - Ora più che mai, possiamo affermare che la bellezza salverà il mondo e il lavoro artigiano è senza dubbio parte integrante di questa educazione al gusto per il bello. Aspettiamo dunque con gioia questa occasione».

Redazione Nove da Firenze