Toscana, Ciucci (Anas): `Una regione centrale nel sistema trasportistico italiano`

€ 2 miliardi di investimenti dal 2006


`La centralità della Toscana nel sistema trasportistico nazionale non è una constatazione solo meramente geografica, ma è un giudizio di natura strategica`. Lo ha affermato il presidente dell`Anas Pietro Ciucci, intervenendo oggi al convegno `Muoversi in Toscana`, nell`ambito della tavola rotonda `Le grandi opere di interesse nazionale e regionale per la Toscana`. `La Toscana - ha aggiunto Ciucci - ha bisogno di rafforzare e di ammodernare la sua rete. Non bastano gli interventi in corso sul fronte autostradale (A1 e Variante di Valico), né quelli programmati di completamento dell`autostrada tirrenica. Tra le grandi arterie strategiche non solo per la Toscana, ma per l`intero Paese, figura anche il completamento della Grosseto-Fano. Ma sono importanti anche opere a valenza prevalentemente locale, come le varianti e le tangenziali`. Ciucci ha ricordato che l`Anas gestisce in Toscana una rete stradale di oltre 900 chilometri e che il totale degli investimenti per lavori realizzati, in corso e programmati, a partire dal 2006, è di circa 2 miliardi di euro. Per quanto riguarda i lavori ultimati in tale periodo, l`importo ammonta a 393 milioni di euro, tra cui la variante di Albinia nel 2014; la variante di Ellera nel 2013; la variante di Certaldo, la variante di Fucecchio, il lotto 3 e lo svincolo di Paganico della Grosseto-Siena nel 2012; ed infine il lotto 10 sempre della Grosseto-Siena nel 2011. `Gli investimenti in corso nella regione ammontano a 242 milioni di euro, mentre quelli in fase di attivazione sono pari a 102 milioni di euro. L`Anas ha inoltre già inserito nei propri programmi ulteriori investimenti per quasi 1,2 miliardi di euro`, ha proseguito il presidente Ciucci. Forte l`impegno dell`Anas anche per la manutenzione: dal 2006 sono stati ultimati 103 interventi per un totale di 98 milioni di euro, di cui 15 milioni sul R.A. Siena-Firenze, mentre attualmente vi sono ulteriori 25 interventi tra lavori in corso e di prossimo avvio per un importo di circa 46 milioni di euro, di cui 23 milioni relativi alla E45. Sempre nell`ambito della manutenzione straordinaria, utilizzando i finanziamenti previsti con il Decreto `Sblocca Italia`, saranno a breve pubblicati i bandi di gara per oltre 70 milioni di euro, tra i quali 40 milioni di euro sulla E45 e 21 milioni di euro sul R.A. Siena-Firenze. Il presidente dell`Anas ha poi parlato della E78 Grosseto-Fano, affermando che `si tratta di un`opera strategica che si inserisce nel piano globale di collegamento del Paese che avrà finalmente adeguati assi stradali e ferroviari fra la dorsale tirrenica e quella adriatica, mettendo in comunicazione i porti di Ancona, Ravenna, Civitavecchia, Piombino e Livorno`. `Il suo completamento - ha continuato Ciucci - porterà enormi benefici, considerato che stabilirà un collegamento diretto tra il Tirreno e l`Adriatico, in direzione dei Balcani. Su un tracciato complessivo di circa 270 km, l`Anas ha già realizzato e messo in esercizio 127 km mentre su circa 12 km, relativi al primo tratto Grosseto-Siena (lotti 5,6,7,8), sono in corso i lavori per un importo complessivo di 234 milioni di euro. La produzione è al 48%. L`ultimazione è prevista per la fine del 2015`. Gli interventi relativi ai lotti 4 e 9, che consentono di completare l`itinerario tra Siena e Grosseto, saranno inseriti nella programmazione 2015 di Anas. Lo strumento per completare l`itinerario E78 Grosseto Fano è la Società Centralia S.p.A. tra l`Anas (55%) e le Regioni Toscana, Umbria e Marche (45%), costituita nel novembre scorso. `La costituzione della Società di progetto, già sperimentata dall`Anas per la Quadrilatero Marche-Umbria, testimonia la proficua collaborazione esistente tra l`Anas e le Istituzioni del territorio e servirà a reperire gli ulteriori finanziamenti necessari, consentendo la partecipazione di capitali privati alla realizzazione dell`opera`, ha spiegato Ciucci. Tra gli altri interventi di nuove opere in fase di avvio, previste nel Contratto di Programma Anas2014, si segnalano inoltre: sulla strada statale 12 `dell`Abetone e del Brennero`, la Tangenziale di Lucca, viabilità est comprendente i collegamenti tra Ponte a Moriano ed i caselli dell`autostrada A11 del Frizzone e di Lucca Est, primo stralcio, per un importo complessivo di 78 milioni di euro; sulla E78 Grosseto-Fano, il sovrappasso ferroviario in località Pian delle Cortine per 7,5 milioni di euro; sulla strada statale 67 Tosco-Romagnola, i lavori di adeguamento in sede in località Anchetta, Compiobbi e Girone nel comune di Fiesole e di messa in sicurezza dell`arteria nel tratto tra i Comuni di Fiesole e Pontassieve per ulteriori 7 milioni di euro, sulla SS 1 `Aurelia` la realizzazione della nuova intersezione stradale con l`autostrada A11 in località Migliarino Pisano per un importo di quasi 5 milioni di euro. Tra gli interventi programmati, vanno ricordati lungo la strada statale 67 Tosco-Romagnola: l`adeguamento del tratto tra la località S. Francesco e l`abitato di Dicomano per un valore complessivo pari a 242 milioni, di cui circa 70 milioni di euro per uno stralcio relativo alla sola variante di Rufina e la variante all`abitato di Vallina con due nuovi ponti sull`Arno tra Firenze e Pontassieve, per un importo di 55 milioni di euro.

Redazione Nove da Firenze