Toscana 2020: "Svolta" per Giani, c'è anche l'ex M5S Bianchi

Nata oggi la lista che unisce tre formazioni politiche: Volt, Italia in Comune e Toscana nel Cuore. Sul fronte del centrodestra torna in auge il nome di Susanna Ceccardi


(DIRE) Firenze, 5 mar. - Cresce la coalizione di centrosinistra che sostiene la candidatura di Eugenio Giani a governatore della Toscana. Nasce oggi Svolta, la lista che unisce tre formazioni politiche: Volt, Italia in Comune e Toscana nel Cuore. La missione principale di questa nuova forza e' portare avanti le istanze piu' vicine ai temi dell'innovazione nella coalizione. "È nostra intenzione- spiega il consigliere regionale di Toscana nel Cuore ex M5S Gabriele Bianchi- rappresentare e dare voce a quella parte di Toscana che ha necessità di risposte concrete e nuove, mirate a recuperare il livello di benessere che negli anni è indubbiamente diminuito". Una concretezza, precisa, che "deve sposarsi a pieno con la necessità di legalità e trasparenza, formale ma soprattutto sostanziale". Contestualmente l'obiettivo e' di portare l'esperienza amministrativa in Regione come ricorda il coordinatore toscano di Italia in Comune, Massimiliano Vivoli, che detta i traguardi che si pone la lista: "Affrontare con un nuovo approccio temi non più rimandabili, fondamentali per i cittadini e tutti coloro che visitano la nostra regione, come i nodi infrastrutturali, un cambio di passo sulla cultura e un approccio rispondente alla volonta' dei cittadini sulla gestione dei beni comuni". Per la candidata di Volt Elisa Meloni, inoltre, i cittadini "chiedono discontinuita' nella gestione della sanita', coraggio nel dare il via alla transizione ecologica con un approccio pragmatico, sostegno all'internazionalizzazione delle nostre Pmi, attenzione alle categorie piu' svantaggiate". Meloni suggerisce anche un diverso approccio all'Europa. Servono secondo l'esponente di Volt prendere ad esempio le buone pratiche sui servizi pubblici e un uso realmente efficace dei fondi comunitari. 

Sul fronte del centrodestra, il nome di Susanna Ceccardi torna a essere il più accreditato. "Ceccardi? Intanto aspettiamo" che la Lega "ci proponga" questa scelta. "Se sarà proposto il nome di Susanna, lo prenderemo sicuramente in considerazione. Da accordi nazionali, in Toscana sta alla Lega fare il nome: se ce ne portano più di uno diremo la nostra", se ne arriverà "uno e uno solo, gli accordi si rispettano quindi ne prenderemo altro". Lo spiega a 'Lady Radio' Francesco Torselli, coordinatore toscano di Fratelli d'Italia, commentando quella che ad ora sembra l'ipotesi più gettonata nel campo del centrodestra: la candidatura alla presidenza della Toscana di Susanna Ceccardi.

Redazione Nove da Firenze