Temporali: domani allerta gialla, con rischio idrogeologico per pioggia, su tutta la Toscana

Scatterà alle 12:00 ore e terminerà alla mezzanotte di martedì. Interessati i corsi d'acqua secondari: in particolare Ema, Mugnone e Terzolle. Intervento straordinario del Consorzio per la sicurezza idrogeologica a Vecchiano


Domani allerta gialla per temporali forti e conseguente rischio idrogeologico/idraulico nel cosiddetto 'reticolo minore' che comprende i corsi d'acqua secondari (soprattutto Ema, Mugnone e Terzolle).

Lo segnala il centro funzionale regionale nel nuovo bollettino di valutazione delle criticità per la zona che riguarda sia il Comune di Firenze che quelli di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa.

L'allerta scatterà alle 12 di domani, lunedì 21 maggio, e si concluderà 12 ore dopo, alla mezzanotte di martedì. Ad essere interessate, in particolare da domani, saranno tutte le province toscane. Domani, lunedì 21, l'avvicinamento della perturbazione (che ci interesserà anche nella giornata di martedì) porterà temporali, anche forti, possibili su tutta la regione anche se più probabili e frequenti sulle zone centrali dal pomeriggio, dove potranno insistere anche in serata.

Aumenta la sicurezza idraulica del canale Barra, nella bonifica vecchianese. L'intervento sulla Barra fa parte di un progetto complessivo che il Parco Migliarino San Rossore Massaciuccoli, Ente capofila, ha presentato alla Regione per accedere alle linee di finanziamento del Progetto integrato Territoriale - Pianura Pisana.

"Siamo pronti ad avviare il cantiere non appena gli atti del finanziamento ottenuto dalla Regione completeranno il proprio iter - dichiara il Presidente del Consorzio Ismaele Ridolfi - Questo intervento si va a sommare ai precedenti che il Consorzio ha già realizzato in questa area e contribuiranno a un ulteriore miglioramento delle opere di difesa idraulica delle arginature del Lago, in una zona, quella della bonifica storica, nella quale operano numerose imprese agricole e con una grande valenza ambientale."

I nuovi lavori miglioreranno la capacità di deflusso della Barra, il canale che per 9 chilometri di lunghezza attraversa la bonifica fino ad immettersi nel lago di Massaciuccoli. Inoltre verrà ricavata una banchina all'interno dell'argine che faciliterà gli interventi di manutenzione anche nelle parti centrali del corso d'acqua. Il Consorzio interverrà anche su cento metri di argine del canale, alzandolo, migliorandone la stabilità e rinforzandolo. Nel loro complesso gli interventi andranno a migliorare la stabilità degli argini e anche le capacità di scorrimento delle acque verso il lago, e quindi contribuiranno a ridurre ulteriormente il rischio idraulico e il rischio di rottura delle arginature. Una buona parte degli interventi saranno realizzati con tecniche di ingegneria naturalistica, usando metodi già sperimentati e che hanno avuto un buon successo in altri tratti degli argini del Lago. L'utilizzo di materiali naturali, come i pali di castagno, farà si che le nuove opere si adattino perfettamente al paesaggio e alle condizioni ambientali pregiate che caratterizzano il luogo dei lavori.

Redazione Nove da Firenze