Taxi a Santa Maria Novella: gestione degli spazi tra conducenti e tassisti

Nuovo episodio nello scontro a distanza tra mezzi a noleggio con conducente e taxi operativi sul territorio


“File interminabili e attese imbarazzanti, è questo il servizio pubblico che i taxi offrono una domenica pomeriggio d’estate” denuncia Giorgio Dell’Artino, presidente di Azione Ncc che commenta così la situazione che avrebbe visto coinvolti decine e decine di turisti e viaggiatori alla Stazione di Santa Maria Novella.

“Una scena che si ripete, tante, troppe volte. Ancora una volta questo servizio pubblico essenziale si mostra per tutta la sua inefficienza e carenza e non si capisce come mai la stazione sia troppo spesso così sguarnita. Una situazione che stride con la nostra: abbiamo posti limitatissimi, spesso occupati da altri veicoli, privati o di altra natura. Così lavoriamo poco e male. E’ un atteggiamento scorretto, considerata già la nostra palese difficoltà a lavorare”. Da qui la richiesta di Azione Ncc: “E’ necessario - continua Dell’Artino - organizzare un servizio pubblico di piazza più omogeneo in tutta la città, soprattutto nei punti di arrivo e di partenza importanti, a maggior ragione nei periodi di alta stagione quando la domanda è più alta e il lavoro aumenta. Troviamo urgentemente una soluzione, perché le lunghe file come quelle di domenica sono inaccettabili”

Redazione Nove da Firenze