Rubrica — LifeStyle

Tavarnelle sotto le stelle: ci siamo quasi

Da luglio ripartono le aperture straordinarie dei martedì sera


Barberino Tavarnelle, 16 giugno 2020. Un carnet di tradizioni, attività di intrattenimento ed eventi culturali all'aperto e di alto profilo, distribuiti variamente sul territorio, continueranno a rendere autentico il patrimonio diffuso, architettonico, storico-artistico, enogastronomico di Barberino Tavarnelle. 

Nel dopo Covid il Comune scommette su ciò che ha di più caro, la sua stessa identità, quella che valorizza le pietre delle origini e fa parlare l'antico con la vivacità delle iniziative contemporanee, la creatività e il saper fare della sua gente. Un'estate viva, seppur monitorata e scandita dal rispetto delle disposizioni governative, che dialoga con le tante realtà di cui si compone il tessuto economico di Barberino Tavarnelle, è l'anima che terrà unita la comunità. Ne è convinto il sindaco David Baroncelli che fa ripartire la stagione estiva con l'organizzazione, in stretta collaborazione con la Proloco di Tavarnelle, di un appuntamento consolidato e di grande successo. Nel tempo del distanziamento sociale via Roma continuerà ad accogliere le aperture straordinarie del martedì sera, curate dalla consigliera comunale delegata Tatiana Pistolesi: bar, negozi e ristoranti aperti fino alle ore 24.

"Siamo al lavoro nella pianificazione e nell'attuazione di quella che consideriamo un'opportunità rivolta a tutti, oltre che una tradizione da mantenere e incrementare e che negli anni si è rivelata una formula apprezzata da cittadini e visitatori". Sono le parole della consigliera comunale Tatiana Pistolesi che rimarca il valore del lavoro collettivo nella difesa degli interessi della comunità. "Considerata la complessità del periodo sia dal punto sanitario che logistico organizzativo - continua la consigliera - abbiamo deciso di confezionare insieme una lunga programmazione estiva, dal primo martedì di luglio fino al mese di settembre, che rafforzi la vocazione all'accoglienza tipica della nostra comunità, tesa a rendere protagonisti tutti gli attori coinvolti, commercianti, ristoratori, operatori economici e della ricettività nel tentativo di contemperare le esigenze di ciascuno".

L'amministrazione comunale è concentrata nella definizione di un calendario di eventi estivi che metterà in campo risorse e manifestazioni culturali nei borghi, nei luoghi emblema, nelle piazze e nelle aree pubbliche di tutto il territorio. È quanto fa sapere il sindaco David Baroncelli. "Con l'assessore alla Cultura Giacomo Trentanovi stiamo mettendo a punto un programma di eventi che vuole mantenere ricca e vitale l'offerta culturale di Barberino Tavarnelle, convinti che questo sforzo sia il modo migliore per sostenere il tessuto economico e affrontare con coraggio le difficoltà del momento: investire in cultura, prenderci cura in maniera collettiva del superamento della crisi, assumerci la responsabilità di condividere le opportunità e ripartire con lo spirito fattivo della cooperazione. Il dialogo che è stato avviato, in occasione dei tanti incontri, con gli operatori della ristorazione e le associazioni, con l’obiettivo di conciliare le rispettive istanze, va in questa direzione, così come il passo compiuto da alcune realtà che hanno deciso di sospendere volontariamente attività e feste nelle diverse aree e strutture pubbliche. Coesione e compattezza sono gli strumenti che ci permetteranno di riprenderci consapevolmente la nostra vita di sempre, fatta di impegno e socialità a favore del bene comune. Restiamo uniti e ne usciremo".

Redazione Nove da Firenze