Strage di Bologna: il Comune di Firenze alla commemorazione

Sulla strage ancora "zone d'ombra" ha detto Sergio Mattarella


Come tutti gli anni il Comune di Firenze ha partecipato alla commemorazione della strage di Bologna avvenuta il 2 agosto 1980, presente su delega del Sindaco, il Consigliere Comunale Marco Colangelo, i valletti ed il Gonfalone gigliato della nostra città.

“Questo 38° anniversario – spiega il consigliere PD Marco Colangelo – ci ricorda ancora una volta lo scoppio di una bomba nella stazione di Bologna che provocò 85 vittime e 200 feriti. Un ricordo lungo un giorno che è partito la mattina in sala Rossa del Palazzo Comunale, successivamente un lunghissimo corteo da piazza Maggiore ha raggiungere la Stazione centrale, luogo della strage. Molte le delegazioni arrivate da tutta Italia, numeroso il pubblico partecipante a dimostrazione di quanto è ancora sentito questo avvenimento nei cuori dei cittadini. Per la prima volta – aggiunge Marco Colangelo – ha sfilato davanti al corteo anche il bus 37 simbolo della risposta immediata della città, che trasportò feriti e vittime innocenti dal luogo dello scoppio all’ospedale ed all’istituto di medicina legale. Sul palco allestito i piazza della Stazione si sono succeduti gli interventi di Paolo Bolognesi, Presidente dell'associazione dei parenti delle vittime, il Sindaco di Bologna Virginio Merola, infine il Presidente della Camera Roberto Fico. E’ stata data lettura del messaggio inviato dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha ribadito la matrice fascista dell’attacco ma che rimangono ancora zone d’ombra da illuminare”.

Redazione Nove da Firenze