Tentata rapina al supermercato Conad di via Rocca Tedalda, sparo in aria e bambina sotto choc

I dipendenti hanno reagito e i due banditi sono fuggiti a mani vuote. Oggi colpo in tabaccheria, due arresti. La Polizia sospetta che siano gli stessi


Firenze, 30 maggio 2019 - Tentata rapina, con tanto di sparo in aria ieri sera in un supermercato Conad di via Rocca Tedalda, nella zona sud della città. Verso le 20,30, poco prima della chiusura, due malviventi sono entrati e hanno chiesto l'incasso, ma di fronte al coraggioso no dei cassieri hanno esploso un colpo di pistola in aria e sono fuggiti. Grande spavento tra i clienti, una bambina di 9 anni si è rifugiata sotto le casse del supermarket.

Sul caso indaga la Polizia.

Stasera, in via Fra Giovanni Angelico, due malviventi hanno rapinato una tabaccheria ma all'uscita hanno trovato i poliziotti che li hanno arrestati. I due sono sospettati di essere gli stessi che ieri avevano tentato il colpo al Conad. 

"Tra rapine a mano armata e furti in casa, Firenze si conferma una città problematica sotto il profilo della sicurezza. Mi auguro che il sindaco Nardella dedichi a questo problema il suo secondo quinquennio da primo cittadino". Lo afferma il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella (FI), commentando la tentata rapina di ieri sera.

"Sempre ieri - ricorda Stella - si sono verificati diversi furti in abitazione. Siamo al quarto posto in Italia (e primi in Toscana) per numero di reati. In questi anni l'amministrazione Nardella non è stata in grado di dare risposte in merito alla sicurezza dei fiorentini e del nostro territorio. Non bastano più le promesse e gli spot sulla sicurezza senza seguito: la città ha bisogno di risposte concrete ed efficaci per contrastare criminali, abusivi e degrado. Ci auguriamo che il sindaco mantenga le sue promesse, a cominciare dall'istituzione del vigile di quartiere".

Redazione Nove da Firenze