Stazione Foster e Tunnel Tav: nuova società e lavori da dicembre

foto Agenzia Dire

L'assessore Giorgetti ha partecipato oggi a una riunione con Regione Toscana e Rfi. "Ribadita l'importanza di un collegamento rapido e automatico con Santa Maria Novella"


(DIRE) Firenze, 27 gen. - Per realizzare la stazione Foster e i tunnel tav, Rfi ha costituito "una nuova società, che andrà a realizzare l'opera. Ad oggi hanno acquistato due rami d'azienda del cantiere, uno per la manutenzione" del sito, "l'altro per la cura della fresa. Se gli accordi saranno chiusi entro aprile", Rfi "auspica di riuscire a ripartire entro dicembre" per lavori che, secondo le stime, dovrebbero durare "5 anni". E' quanto spiega l'assessore alla Mobilità, Stefano Giorgetti, tornando in Consiglio comunale sulla riunione organizzata tra Regione Toscana, Rfi e Palazzo Vecchio. "A quel tavolo - aggiunge in aula- è stata ribadita l'importanza di un collegamento rapido e automatico tra la stazione Foster e Santa Maria Novella".

Un passaggio "in sede propria, per mettere insieme le due stazione ma di fatto" così sarebbero "una, perché legate in ambito ferroviario".

(Dig/ Dire)

“La conferma che la ripresa dei lavori per il cantiere Tav dovrebbe avvenire entro la fine dell’anno è una notizia sicuramente positiva”. A dirlo è Renzo Pampaloni, presidente commissione Infrastrutture e Urbanistica a Palazzo Vecchio. “Ringrazio l’assessore Giorgetti che ci ha fornito un quadro dettagliato di quanto emerso dall'incontro con RFI rispondendo al question time che ho portato in Consiglio comunale. - prosegue - L’assessore ha anche confermato che è stata ipotizzata in cinque anni la durata dei cantieri. Sono partiti i lavori per il potenziamento della rete di superficie del nodo fiorentino per migliorare il traffico ferroviario. Sappiamo poi che RFI sta procedendo per acquisire la commessa da Condotte per la realizzazione dei lavori del nodo fiorentino AV e per questo ha creato una nuova società, Infrarail Firenze, che permetterebbe la gestione in house dei lavori con una riduzione dei tempi e una semplificazione delle procedure. Non possiamo che essere soddisfatti che si proceda verso un progetto cruciale per lo sviluppo infrastrutturale della città. Un tema e una progettualità che sicuramente seguiremo puntualmente come commissione”.

Redazione Nove da Firenze