Stato di agitazione alla Usl nord ovest

L'Azienda: “Disponibilità fin da subito ad incontrare i sindacati”. Concorso pubblico Estar: corsi di preparazione di Opi Firenze Pistoia


Il 20 giugno 2019 si è tenuta a Massa una riunione delle delegazioni Cgil FP- Cisl Fp- Uil Fpl - Fiasl - Rsu e Azienda Usl Nord Ovest. Di fronte ad una proposta dell’Azienda sul fabbisogno del personale, ritenuto insufficiente per far fronte alla storica carenza organica, non solo infermieristica e di Operatori Socio Sanitari, ma di tutto il personale come Tecnici di Radiologia, Tecnici Sanitari, Tecnici di Laboratorio,Tecnici della Prevenzione ed amministrativi. Tutta la delegazione trattante ha deciso di “rompere il tavolo di trattative” e dichiarare lo stato di agitazione che sarà ratificato dalle Assemblee del Personale Stesso che si terranno nei prossimi giorni.

In merito alla questione del personale sollevata dai sindacati, l’Azienda USL Toscana nord ovest conferma che rispetto al 31 dicembre 2018 sono in servizio 83 infermieri e operatori socio sanitari in più, vista la necessità di coprire le uscite previste per la quota 100 ed il relativo smaltimento delle ferie e considerato l’aumento delle assenze lunghe e delle richieste di aspettativa. L’Azienda è comunque consapevole che sono presenti delle difficoltà oggettive ed è disponibile fin da subito ad un incontro con le organizzazioni sindacali, con la finalità di adottare soluzioni condivise, anche al fine di un sempre più omogeneo ed efficiente utilizzo delle risorse. Per quanto riguarda poi la questione dei pagamenti agli infermieri che operano nei servizi di emergenza territoriale del 118, l’Azienda conferma che i fondi per gli incentivi regionali (360 mila euro) né sono “spariti” né sono stati consegnati ad altri. Gli importi, infatti, sono stati stanziati e l’Azienda ha sottoposto alle organizzazioni sindacali un accordo sulle modalità di distribuzione che è stato condiviso, a cui è seguita una richiesta degli elenchi del personale beneficiario al fine di una verifica puntuale. Sono state quindi effettuate alcune integrazioni sui nominativi e nel mese di luglio, come previsto nell’accordo con i sindacati, andranno in pagamento i compensi relativi al 2016 e 2017, mentre a settembre verranno erogati gli arretrati a partire dal 2009. I tempi lunghi dell’operazione sono legati proprio alla necessità di un controllo e di una revisione degli elenchi, anche in base alla turnistica, con l’obiettivo di arrivare a inserire tutti gli operatori che negli anni hanno prestato la propria attività nel servizio di emergenza territoriale.

 Incontri di preparazione al concorso pubblico Estar per infermieri. Li organizza l’Opi, collegio di Firenze e Pistoia, per dare ai colleghi l’opportunità di sostenere le prove con un bagaglio formativo superiore. Gli incontri si terranno in Aula Magna al nuovo ingresso di Careggi, padiglione 3, Largo Brambilla 3. Il 1° luglio si parte alle 8,30. Fino alle 11 test sulla legislazione sanitaria nazionale, con le spiegazioni di Pierluigi Tosi. Successivamente il test di logica; dalle 14.30 alle 18.30 i test sulla legislazione sanitaria della Regione Toscana e sull’organizzazione ospedaliera; spiegazioni del docente Fabrizio Gemmi. Il 2 luglio si parte alle ore 9 coi test su organizzazione territoriale, anatomia e fisiologia, semiotica; spiegazioni del docente Piero Salvadori. Dalle 14 alle 18 la simulazione prova selettiva con Cinzia Beligni e Emanuela Fava. L’8 luglio alle 8.30 lezione sui temi della qualità e del rischio clinico e test correlato con Giulio Toccafondi; alle 11.30 la lezione su igiene e infezioni correlate all’assistenza con successivo test con Giorgio Tulli; dalle 14, lezione su laboratorio e somministrazione di test con Fabio Donnarumma; dalle 16.30 il test di logica. Ultima giornata il 9 luglio alle 8.30 con la simulazione della prova selettiva con Cinzia Beligni e Mariaflora Succu. La partecipazione è gratuita.

Redazione Nove da Firenze