"Stadio, noi stiamo con Rocco"

La presa di posizione dell'Associazione Centro Coordinamento Viola Club


Nella lunga querelle sullo stadio interviene l'Accvc (Associazione Centro Coordinamento Viola Club) con un lungo comunicato su Facebook. 


"In questi giorni stiamo leggendo molte cose in merito al tema del “nuovo stadio della Fiorentina”. Sollecitati da numerosi Viola Club, vogliamo ribadire quello che da quando si è insediata la nuova proprietà è per noi ovvio e scontato, ovvero #NoiStiamoconRocco. L’Associazione Centro Coordinamento Viola Club ha fatto ormai da tempo delle parole di Rigoletto Fantappiè il suo cuore pulsante: “in ogni nostra decisione dobbiamo tenere sempre ben presente il bene della Fiorentina”, e finchè il nostro Presidente lavorerà in funzione di questo, il nostro supporto non verrà mai meno. Raramente prendiamo posizione in modo così netto perché i nostri affiliati, come più volte sottolineato, hanno pensieri diversi e trovare una posizione comune, univoca, non è mai stato facile, ma sicuramente su una cosa tutti i Viola Club concordano ovvero sul fatto che finchè Rocco farà il bene della Fiorentina noi saremo con lui, senza se e senza ma.Quanto accaduto da febbraio ha messo a dura prova i tifosi: molti hanno avuto lutti o sono stati colpiti dal virus, altri hanno perso il lavoro, altri ancora sono in cassa integrazione e non sanno se e quando riprenderanno a lavorare, senza dimenticarsi di chi è in attesa di sussidi non ancora arrivati e di chi non sa se riuscirà a portare avanti la propria attività: siamo coscienti che la situazione non è tale da poter condividere con serenità i temi relativi alla nostra passione. Nonostante questo, dobbiamo portare avanti il ruolo dell’Associazione che è quello di essere al servizio dei tifosi ed anche questa volta siamo pronti a farlo. A questo proposito stiamo già lavorando per trovare soluzioni che, nonostante la grave situazione economica che stiamo vivendo e che dovremo affrontare, ci aiuti comunque a salvaguardare e soprattutto a tenere unito il corpo sociale.Non potendo convocare riunioni straordinarie, procederemo con l’aiuto della tecnologia a consultare velocemente il nostro corpo sociale che con l’arrivo della nuova proprietà ha avuto una crescita esponenziale: 158 Viola Club con un corpo sociale regolarmente affiliato di circa 14.000 tifosi. I tifosi sono stanchi di questa situazione e sono pronti ad intraprendere una serie di iniziative fattive e concrete grazie alle quali manifesteremo concretamente che #NoiStiamoconRocco. Firenze vuole e si merita lo stadio. Non intendiamo entrare nelle questioni politiche/economiche delle varie soluzioni/questioni di cui si discute (Mercafir – restyling del Franchi – Campi, ecc) sia perché sappiamo benissimo che non troveremmo l’unanimità nel corpo sociale sia perché non vogliamo essere coinvolti in questioni politiche essendo certi che il tifo ne debba rimanere al di fuori. Sappiamo però che abbiamo un Presidente che può e vuole investire per Firenze e per la Fiorentina, oltretutto in un momento straordinario: se chi di dovere non mette in condizione Rocco di fare lo stadio, vuol dire che non dà la possibilità alla Fiorentina di capitalizzarsi e quindi accrescere di valore, ma soprattutto ai fiorentini di vedere aumentare i posti di lavoro disponibili. E’ un’occasione che Firenze non può perdere. Se questa occasione non viene colta vuol dire che non si lavora per il bene della Fiorentina e di Firenze, che si stanno facendo degli errori che devono essere corretti.I tifosi sono stanchi di discorsi, di questioni non lineari, di proposte che sono fatte già sapendo che non avranno un seguito. Sappiamo che volere è potere e se si lavora esclusivamente per il bene della Fiorentina non abbiamo dubbi che potrà essere individuata una soluzione, soprattutto in un momento straordinario come questo.Auspichiamo che si guardi avanti senza pensare al passato affinchè venga trovata una soluzione lineare, percorribile e possibilmente fast fast fast. Ribadiamo che stiamo vivendo un periodo straordinario che non si sa quando terminerà e mai come adesso c’è bisogno di vivere la nostra passione per scaldare i nostri cuori e di far girare l’economia dando a tutti quello che è un diritto ovvero un lavoro. Buon lavoro, Rocco! #NoiStiamoconRocco". 

Redazione Nove da Firenze