Rubrica — LifeStyle

Sport per la salute a Firenze

Accordo tra Metrocittà, Università degli Studi e Coni


Su proposta di Nicola Armentano, consigliere delegato allo Sport, il Consiglio della Città Metropolitana di Firenze ha approvato all'unanimità lo schema di accordo di collaborazione tra Metrocittà, dipartimento di Medicina sperimentale e clinica dell'Università degli Studi di Firenze e Coni sullo sviluppo dello sport quale motore per l'inclusione sociale e la promozione della salute.


"Con l'accordo - ha spiegato Armentano - promuoviamo la pratica dell'attività sportiva e motoria non solo per le necessità atletiche ma anche come azione di salvaguardia del benessere psicofisico di tutta la popolazione. Per questo riteniamo necessario coinvolgere tutti i protagonisti del settore nella definizione di azioni strategich, nell'ottica della massima partecipazione. Vogliamo rimuovere ogni ostacolo che impedisca a tutti i cittadini di essere informati sull'esercizio del diritto alla pratica sportiva. Pensiamo in particolare a un modo di fare stare insieme i nostri ragazzi, in modo sicuro, in questa stagione anche attraverso la conoscenza di buone pratiche".

Gli obiettivi individuati sono l'intercettazione delle esigenze del mondo sportivo ed i nuovi bisogni che emergono in un contesto sociale fortemente dinamico; il coinvolgimento di tutti i protagonisti del settore nella definizione di azioni strategiche nell'ottica della massima partecipazione; la rimozione di ogni ostacolo che impedisca a tutti i cittadini di essere informati sull'esercizio del diritto alla pratica sportiva; la promozione del diritto allo sport comee strumento di inclusione sociale; promozione del diritto allo sport quale strumento di prevenzione della malattia; collaborazione coordinata territoriale.

Questi scopi saranno conseguiti anche grazie a una cabina di regia per informazioni su sport e salute, al coordinamento tra tutti gli enti e le associazioni interessate per raccolta e divulgazione delle notizie e alla creazione di un pagina web contenente tutte le informazioni utili e relative al diritto allo sport e sull'idoneità sportiva, per la valutazione funzionale di atleti di alto livello e per programmi di sviluppo che comprendano valutazione complessa clinico-strumentale per categorie a rischio. Vi saranno pubblicate informazioni in materia di prevenzione delle malattie attraverso la pratica sportiva, le buone pratiche, gli enti e associazioni del territorio utili e loro iniziative anche sotto l'aspetto dell'inclusione sociale. Evidenza anche ai dati statistici inerenti i temi della pratica sportiva e della salute.

Il consigliere Alessandro Scipioni (Centrodestra per il cambiamento), motivando il voto favorevole, ha spiegato di ritenere importante "questo atto che sottolinea la possibilità di includere davvero tutti, a partire da quanti sono disabili, e di farlo in questa stagione così difficile".

Redazione Nove da Firenze