SPC, sabato in piazza a Firenze in 3 manifestazioni

Ore 10,30 l'assemblea pubblica sulla riapertura delle scuole, promossa dai Grembiuli Appesi. Ore 15 con Firenze Antifascista contro Casapound. Ore 17 flash mob al fianco delle lotte statunitensi


“Questo fine settimana sono numerosi gli appuntamenti all'interno della nostra città. Come Sinistra Progetto Comune – annunciano Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – saremo al fianco delle diverse mobilitazioni.

Si inizia sabato mattina, in piazza Elia Dalla Costa (alle 10.30), con l'assemblea pubblica sulla riapertura delle scuole, promossa dai Grembiuli Appesi. Riaprire le scuole in sicurezza a settembre è la richiesta, a cui non si può rispondere con una festa simbolica per l'ultimo giorno dell'anno scolastico in corso di chiusura, come sembrano voler proporre il Sindaco e la maggioranza di Palazzo Vecchio.

Si prosegue nel pomeriggio, in piazza della Repubblica, alle 15.00, con Firenze Antifascista che ha lanciato l'appuntamento per denunciare l'operazione di CasaPound e dell'estrema destra dietro alle cosiddette “mascherine tricolori”. Quella manifestazione, alle 18.00, si sposterà verso il Consolato USA, dove Women's March Florence e Indivisible Tuscany hanno chiamato un presidio per George Floyd.

Sempre al fianco delle lotte statunitensi, è stato lanciato un flash mob, da UDU e Rete degli Studenti Medi, il 7 giugno, alle ore 17.00, in piazza Santissima Annunziata.

Le immagini arrivate dall'altro lato dell'Atlantico, di una persona nera che muore per mano di un poliziotto bianco, sono troppo familiari. Impossibile non reagire con rabbia e sarebbe una pericolosa illusione credere che il razzismo sia solo un problema “a stelle e strisce”. La sistematicità degli abusi e le forme di discriminazione si moltiplicano, alimentate spesso da forze politiche irresponsabili, che soffiano sull'odio per consenso elettorale. In questi giorni altre 12 persone sono morte negli Stati Uniti, tutte disarmate, per via della pericolosa risposta voluta dal Presidente Trump.

Il ruolo della politica – proseguono Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – è quello di unire e il nostro impegno va in questa direzione. Il diritto all'istruzione, il diritto al lavorare in condizioni di sicurezza, l'antifascismo e la lotta per la dignità di tutte le persone fanno parte delle nostre identità, dei nostri valori.

Tutti gli appuntamenti terranno ovviamente conto delle disposizioni di sicurezza, come già è stato fatto nel corso dei giorni passati.

Non temiamo il maltempo!

Ringraziamo le compagne e i compagni che hanno organizzato queste iniziative. Ci vediamo nelle piazze!”.

Redazione Nove da Firenze