Spaccio di droga a Firenze: i carabinieri chiamati per una aggressione, trovano la cocaina

La telefonata al 112 da parte di una escort che dichiara di aver subito percosse da un cliente


I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Firenze hanno arrestato un 31enne marocchino, pregiudicato, trovato in possesso di hashish, cocaina e materiale per il confezionamento.
Alle 20:00 circa, al 112 arriva una richiesta d’intervento da parte di una escort, che asserisce di essere stata lievemente percossa da un cliente, poco prima raggiunto nell'appartamento in uso allo stesso in zona Romito, previo appuntamento concordato.

"Giunti sul posto gli operanti trovano la donna, che nel frattempo aveva lasciato l’appartamento; nonostante la stessa non presentasse evidenti lesioni, le viene richiesto, prima di andarsene, di indicare ai militari l’abitazione ed il soggetto responsabile. Ottenuto il riconoscimento dell’uomo, i carabinieri procedono alla sua identificazione, è un cittadino 31enne di nazionalità marocchina, già gravato da diversi precedenti penali.
Non sfugge ai militari l’atteggiamento particolarmente agitato dell’uomo, apparso peraltro in condizioni psicofisiche alterate; si decide pertanto, sussistendone i presupposti, di procedere d’iniziativa alla perquisizione della camera in cui l’uomo vive. I sospetti si rivelavano fondati, visto che, occultati in diversi punti, vengono trovati: hashish, cocaina, una forbice intrisa di sostanza stupefacente, una bilancia di precisione e diverso materiale utile al confezionamento in dosi della sostanza, nonché la somma complessiva di 730 euro in banconote di vario taglio, ritenuta il provento dell’attività delittuosa".

Il 31enne veniva, pertanto, dichiarato in stato di arresto per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti e posto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, in attesa del giudizio direttissimo tenutosi nella mattinata odierna.

Redazione Nove da Firenze