Società di S. Giovanni Battista, Bini presidente: i nomi del nuovo direttivo

"Grazie all'avvocato Puccioni per la passione e il costante lavoro in un momento difficile. La nostra missione è coinvolgere i cittadini, soprattutto i più giovani, a scoprire fino in fondo il genius loci fiorentino"


(DIRE) 25 lug. - Claudio Bini, già amministratore delegato di Silfi SPA, è il nuovo presidente della Società di San Giovanni Battista, la più antica associazione benefica di Firenze che dal 1796 promuove e disciplina i festeggiamenti in onore del Santo Patrono San Giovanni Battista. Lo scorso 18 luglio si è insediata la nuova Deputazione che resterà in carica per il triennio 2019-2021.

Il nuovo direttivo è così composto: assieme al presidente Bini, sono stati nominati Filippo Giovannelli, vicepresidente; Andrea Bandelli, provveditore; Silverio Spitaleri, tesoriere; Vera Mariathea Schwarz, segretario. Inoltre, fanno il loro ingresso con il ruolo di deputati Giovanni Alterini, Patrizia Asproni, Giovangualberto Basetti Sani, Vincenzo Corti, Giovanni Fossi, Carlo Francini Vezzosi, Pier Augusto Germani, Leonardo Lascialfari. I sindaci revisori incaricati saranno Paolo Zuffanelli, Gabriele Bonoli, Nicola Rabaglietti e i probiviri Simone Nocentini, Salvatore Paratore, Quercioli Andrea. 

"Rivolgo un sentito ringraziamento all'avvocato Franco Puccioni - dichiara il neo eletto Claudio Bini - per la passione ed il costante lavoro svolto per molti anni come presidente, che ha consentito alla società di San Giovanni Battista di continuare la sua opera superando, nel tempo, le non poche difficoltà incontrate. Siamo entusiasti di iniziare un nuovo percorso che ci vedrà stringere relazioni ancora più strette non solo con gli associati ma anche con gli altri enti ed organismi per promuovere e sostenere il nostro patrimonio artistico culturale materiale e immateriale. La nostra missione, come presidente e come deputazione, sarà quella di coinvolgere i cittadini nella consapevolezza del genius loci fiorentino e portare i giovani a conoscere la straordinaria eredità che ci accompagna da tanti secoli per proiettarla nel futuro di noi tutti".

Per questo motivo la Società di San Giovanni promuoverà incontri con altre associazioni culturali cittadine per sviluppare un racconto delle attività anche con le scuole attraverso innovativi strumenti di comunicazione. Il nuovo direttivo è infatti già al lavoro per organizzare eventi e iniziative subito dopo la pausa estiva. In cantiere una mostra rivolta a tutti i fiorentini per far conoscere la storia della Società di San Giovanni attraverso l'importante archivio storico dell'associazione più antica di Firenze che, dal 1796 fino ai giorni nostri, custodisce e tramanda i valori della festività più importante della città.

Redazione Nove da Firenze