Rubrica — Siena Calcio

Siena il “day after” sulla via della consapevolezza

Il senso della vittoria contro il Pontedera nel percorso di crescita della Robur. Il derby casalingo contro l'Arezzo darà più di una risposta


SERIE C – COPPA ITALIA — The Day After - Il giorno dopo (The Day After) è un film scritto da Edward Hume.

Nella realtà senese, poco cinematografica ma assai più concreta, è quello che si gode mister Dal Canto dopo la netta vittoria sul Pontedera.

Un 2-0 senza discussioni con reti di Guidone e Panizzi. La notizia non è solo positiva ma suona come molto positiva se si pensa che, con questa gara, finalmente, i bianconeri infrangono la “patologia Franchi” che li aveva visti mai vittoriosi tra le mura amiche.

Sul sito ufficiale della società, l’allenatore parla così: “Non siamo nella condizione di snobbare competizioni o partite, quando cambi 11 giocatori puoi andare incontro a problemi, però i ragazzi sono stati bravi, significa che si allenano sempre con il massimo dell’impegno e della professionalità. Questa vittoria ci consente di fare un altro turno di Coppa Italia, lo scorso anno la Viterbese vincendo la Coppa si è guadagnata l’accesso ai playoff nazionali. Non vuol dire che dobbiamo tentare di vincerla a tutti i costi ma di fare le cose per bene si».

Il tutto si può tradurre in una sola parola: consapevolezza. Dei propri mezzi, della propria forza, dei risultati che si possono raggiungere e, perché no, delle difficoltà che ci sono sulla strada della crescita.

In effetti, la serata di ieri non ha evidenziato solo il risultato e il passaggio del turno. Per la verità, ha dato l’occasione di mettere in mostra ragazzi che torneranno senza dubbio utili in futuro. Accanto ai vari Da Silva e Panizzi che il pubblico della Robur ha comunque imparato a conoscere, ci sono calciatori che, per caratteristiche e duttilità, potranno sicuramente risultare risorsa preziosa.

Parliamo, soprattutto, di Argento e Andreoli (su di lui il rigore poi trasformato da Guidone) che hanno doti tecniche importanti. Dal Canto lo sa bene ed infatti, nelle diverse occasione di incontri ai cronisti, ha sempre parlato dell’importanza del gruppo.

Sullo sfondo il prossimo futuro. Il derby con l’Arezzo che, indubbiamente, rappresenta un banco di prova importante è alle porte. Se il Siena dovesse confermare la propria forza anche in casa, dinnanzi al proprio pubblico, acquisterebbe ancora maggiore consapevolezza e forza.

In altre parole, questa partita vale molto di più dei tre punti in classifica. Ha il sapore di un appuntamento che, a prescindere dal bel gioco, è troppo importante non fallire. La vittoria serve come il pane: per la squadra, per il pubblico, per il futuro.

Affinché il “day after” sia un “good day”. Avanti Robur.

Siena Calcio — rubrica a cura di Giuseppe Saponaro

Giuseppe Saponaro

Giuseppe Saponaro — Pugliese di origine e senese di adozione è giornalista pubblicista, operatore dell'informazione nel pubblico impiego e scrittore. Potete scrivergli a tonio.saponaro@virgilio.it

E-mail: tonio.saponaro@virgilio.it