Sicurezza stradale: in via Senese denunciato conducente di un’auto confiscata

In piazza Duomo fermato un autocarro che trasportava rifiuti da lavori edili senza autorizzazione. A Prato questa settimana controllati oltre 4.200 veicoli. Diverse le infrazioni riscontrate, dalla guida senza patente e assicurazione del mezzo, o con il cellulare all'orecchio


Proseguono i controlli dedicati alla sicurezza stradale da parte della Polizia Municipale. Giovedì pomeriggio gli agenti del Reparto Tecnologie di Supporto impegnati in un posto di controllo in via Senese grazie al Targa System (uno strumento elettronico che legge la targa di tutti i veicoli in transito in un determinato punto e in tempo reale fornisce alla pattuglia posizionata a valle informazioni sulla regolarità per quanto riguarda assicurazione e revisione) hanno fermato un'auto condotta da 70enne italiano. Il dispositivo aveva infatti segnalato che il veicolo era confiscato (provvedimento della Prefettura di Firenze del maggio scorso). L’auto è quindi stata portata in depositeria. Ma i guai per il conducente non sono finiti: per lui sono scattate le sezioni per mancata assicurazione e perché non aveva a seguito la patente oltre alla denuncia per l'appropriazione indebita del veicolo.

Sempre giovedì nel primo pomeriggio gli agenti della Zona Centrale hanno fermato in piazza Duomo un autocarro che trasportava scarti provenienti da lavori edili. Il conducente però non aveva il formulario obbligatorio e quindi a suo carico è stato elevato un verbale da 3.200 euro per il trasporto illecito di rifiuti speciali. Più tardi sempre in centro storico gli agenti hanno fermato per un controllo un’auto di grossa cilindrata targata Principato di Monaco. Dagli accertamenti è emerso che il conducente, cittadino colombiano, era residente a Firenze da oltre un anno. Per questo è stato multato perché circolava con veicolo immatricolato all’estero oltre il termine previsto dalla normativa (711 euro). 

Veicoli senza assicurazione obbligatoria, guida senza patente o con patente sospesa ed uso del telefonino alla guida. Sono alcune delle sanzioni elevate dal Reparto Motociclistico della Polizia Municipale di Prato durante i servizi sulla sicurezza stradale svolti questa settimana. L’obiettivo dei servizi di Polizia stradale è quello di elevare gli standard di sicurezza della circolazione: i veicoli controllati sono stati 4254, di cui 11 senza assicurazione e pertanto sottoposti a sequestro amministrativo. In altri 11 casi invece i conducenti non avevano proprio conseguito la patente di guida, più altri 2 che guidavano con patente sospesa. Inoltre sono state elevate sanzioni per un mancato uso del casco, 3 per mancato uso delle cinture e altre 3 per guida con cellulare all'orecchio. E' scattata la multa anche per due bici elettriche che in realtà erano ciclomotori di potenza superiore che non potevano essere poste su strada senza immatricolazione ed assicurazione obbligatoria.

Redazione Nove da Firenze