Sicurezza affidata ai volontari, il Quartiere 4 fa marcia indietro

il Presidente Dormentoni: "Abbiamo fatto un approfondimento, un servizio così deve essere valutato più attentamente"


(DIRE) Firenze, 3 lug. - L'attività degli "osservatori urbani per la sicurezza" iniziata ieri, è stata sospesa. Lo ufficializza Mirko Dormentoni, presidente del quartiere 4, che con un post su Facebook fa marcia indietro. "In merito ai 'volontari per la sicurezza' che hanno iniziato un'attivita' di osservazione e monitoraggio con pettorina di riconoscimento nei giardini della BiblioteCaNova", all'Isolotto e "con l'assenso del sottoscritto, abbiamo fatto un approfondimento e ci siamo resi conto che un servizio di questo tipo, delicato e complesso, anche se volontario e gratuito, deve essere valutato più attentamente ed eventualmente essere inquadrato e regolato da rapporti formali tra amministrazione comunale e associazione, anche per garantire un canale di comunicazione certo e riconosciuto con le forze dell'ordine e con la polizia municipale, come avviene per l'associazione nazionale Carabinieri. Ho chiesto quindi a quest'associazione di sospendere il servizio". Dormentoni, quindi, ricorda che "la sicurezza urbana si fa prima di tutto con il presidio sociale e culturale del territorio, come è scritto a chiare lettere nel nostro programma di mandato e come cerchiamo di fare da anni, sia in quantità che in qualità". Poi, aggiunge, "sono molto utili altri strumenti, anzitutto i vigili di quartiere, l'illuminazione pubblica ovunque, le telecamere di videosorveglianza. Personalmente sono anche favorevole al controllo di vicinato, ma seguendo la normativa e le regole che ci siamo dati tramite il protocollo firmato in prefettura dal sindaco".

Redazione Nove da Firenze