Scuola Militare Aeronautica "Giulio Douhet": passaggio di consegne

Mercoledì 11 settembre al colonnello Monaco subentrerà il colonnello Rosellini


Mercoledì 11 Settembre 2019, presso l’Istituto di Scienze Militari Aeronautiche, avrà luogo la cerimonia di passaggio di consegne fra il Colonnello Prisco Antonio MONACO, Comandante uscente della Scuola Militare Aeronautica “Giulio Douhet” ed il Colonnello Davide ROSELLINI.

Dopo due anni di permanenza nella Scuola, il Colonnello Prisco Antonio Monaco ne lascerà il comando per iniziare una nuova esperienza lavorativa presso la Direzione per l’Impiego del Personale Militare dell’Aeronautica a Roma.

La cerimonia sarà presieduta dal Comandante dell’Istituto di Scienze Militari Aeronautiche, Generale di Brigata Aerea Vincenzo NUZZO.

Alla cerimonia sono stati invitati il Sindaco di Firenze Dario Nardella e le autorità civili e militari locali.

Il programma della cerimonia prevede l'arrivo delle Autorità e degli invitati dalle ore 9.30.

La Scuola Militare Aeronautica “Giulio Douhet” ha sede nello storico complesso dell’Istituto di Scienze Militari Aeronautiche, immerso nel parco delle Cascine di Firenze.

L’accesso alla Scuola avviene tramite concorso pubblico, bandito annualmente, rivolto a giovani di ambo i sessi compresi tra il 15° e 17° anno di età.

La Scuola Douhet si propone di perseguire una formazione umanistica e scientifica, in aderenza ai curricula ministeriali previsti per il triennio conclusivo del Liceo Classico e Scientifico.

Lo scopo della Scuola è di formare buoni cittadini con una solida base fatta di valori quali la solidarietà, l'amicizia, lo spirito di gruppo e la sana competizione attraverso una intensa preparazione culturale, sociale e un pregevole senso civico affinché si possano distinguere nel futuro sia nell’eventuale prosieguo della vita militare che nell’ambito civile.

Il contesto in cui essa si inquadra delinea una cornice di tipo militare, supportata da attività formative sportive ed educative anche a carattere aeronautico, che include anche attività di familiarizzazione al volo. Le attività didattiche, sviluppate a tempo pieno, richiedono la realizzazione di una forte interazione tra l’ambiente scolastico e la comunità sociale e civica, anche in considerazione della collocazione della sede nella città di Firenze.

Redazione Nove da Firenze