Scoperto un residuato bellico a Villa Fabbricotti: chiuso il giardino

Intervento di Polizia Municipale e Polizia di Stato. Domani artificieri in azione. A Vaiano fatto brillare dagli artificieri dell’Arma dei Carabinieri proiettile di mortaio


Un probabile residuato bellico nel giardino di Villa Fabbricotti. È stato scoperto oggi, intorno alle 16, dalla Polizia di Stato a seguito di una segnalazione di un cittadino. Sul posto è intervenuta la Polizia Municipale allertata dalla Polizia di Stato. Gli agenti hanno notato la presenza di un oggetto metallico che poteva essere un residuato bellico. La Polizia Municipale ha fatto allontanare i visitatori dal giardino e ha transennato la zona. Poi è scattato il divieto di accesso sia al giardino di Villa Fabbricotti sia al confinante giardino Tosco Laziale per evitare possibili rischi per i frequentatori delle aree verdi. La Polizia di Stato ha attivato la procedura per la bonifica. I giardini resteranno chiusi fino all'intervento degli artificieri, previsto nella giornata di domani.

Gratitudine da parte dell’amministrazione comunale ai Carabinieri di Vaiano e agli Artificieri dell’Arma intervenuti questa mattina per far brillare un proiettile da mortaio di fabbricazione tedesca, risalente alla Seconda guerra mondiale, rinvenuto ieri nelle cantine della Villa del Mulinaccio durante un sopralluogo condotto dal vicesindaco Marco Marchi. L’ordigno si trovava in un contenitore insieme ad altri residuati bellici probabilmente raccolti nei campi della fattoria dopo la conclusione della guerra. “Ringrazio i Carabinieri di Vaiano e gli artificieri per la sollecitudine e la perizia con cui hanno condotto l’intervento”, affermai il vicesindaco Marchi che aveva subito allertato i Carabinieri e che questa mattina ha seguito l’operazione.

Redazione Nove da Firenze