Scoperto ostello abusivo, dentro anche 2,8 kg (e piante) di marijuana

Nel corso della perquisizione, disposta dalla Procura, gli agenti si sono trovati di fronte ad alcune sorprese. Arrestato il gestore del B&B, tre giovani denunciati


Un ostello non autorizzato realizzato in un palazzo in centro a seguito di abusi edilizi. E come se non bastasse oltre 2,8 chilogrammi di marijuana sequestrati, una persona arrestata e quattro denunciate.

È questo l’esito dell’operazione effettuata oggi dai Nuclei Speciali e dalla Squadra Antidroga della Polizia Municipale in esecuzione di un decreto di ispezione e perquisizione della Procura della Repubblica. Un provvedimento disposto a seguito di precedenti controlli della Polizia Municipale che avevano rilevato abusi edilizi e attività di B&B senza autorizzazione.

Durante l’ispezione sono stati accertati diversi abusi edilizi, ovvero il cambio di destinazione d’uso di una cantina convertita in una abitazione, e trasformazioni essenziali negli appartamenti posti al primo, secondo e quarto piano. Inoltre questi locali venivano utilizzati come un ostello senza nessuna autorizzazione. Il gestore dell’attività è risultato un 27enne italiano.

Ma durante il controllo la Polizia Municipale ha trovato qualcosa di inaspettato: 2,860 chilogrammi di marijuana di cui oltre un chilogrammo nella stanza del gestore del B&B abusivo. Non solo: in un seminterrato gli agenti hanno rinvenuto due piantine di marijuana in una sorta di serre artigianali ricavate da armadi montabili in stoffa.

Per lui è scattato arresto per detenzione e spaccio di droga, per altri tre giovani italiani (19, 25 e 21 anni) una denuncia per lo stesso reato. Nel corso dei controlli gli agenti hanno trovato e denunciato anche un cittadino straniero non in regola con le norme sull’immigrazione.

Redazione Nove da Firenze