Riders, da domani le nuove norme: a Firenze mille interessati

Obbligatorio il versamento Inail da parte delle piattaforme e si estendono, a carico delle società, le norme generali sui dispositivi di protezione individuali. Nidil Cgil: "Vigileremo. Si eleggano gli Rls"


A partire da domani sabato 1° febbraio saranno attuate le norme su salute e sicurezza previste dalla nuova legislazione sui rider/ciclofattorini: diventa obbligatorio il versamento Inail da parte delle piattaforme e si estendono, a carico delle società, le norme generali sui dispositivi di protezione individuali (ad esempio caschetto e luci), sorveglianza sanitaria, formazione. Le novità riguarderanno ovviamente anche i circa 1000 riders fiorentini. 

"Al momento - spiega la Cgil Toscana e Firenze in una nota -  non ci risultano comunicazioni ai ciclofattorini da parte delle piattaforme e vigileremo da subito sulla corretta applicazione della normativa richiamando le piattaforme al rispetto. Infine, per poter vigilare sul rispetto della normativa, annunciamo l'intenzione di procedere all'elezione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (Rls) e sulle modalità di elezione chiederemo un incontro alle piattaforme. Se conquistare diritti su salute e sicurezza è fondamentale per i fattorini, ricordiamo quanto disposto la settimana scorsa dalla Corte Suprema di Cassazione che equipara, come previsto dalla legge, i rider che collaborano in maniera continuativa ai lavoratori dipendenti, prevedendo lo stesso trattamento. Pretenderemo il rispetto anche sull'applicazione di questo punto".

Redazione Nove da Firenze