Riapre a senso unico alternato la Londa-Stia

Fatti i primi interventi di somma urgenza, revocata dalle 17 del 21 marzo l'ordinanza di chiusura. Strada Tiberina chiusa, Grieco: "Attive le misure di sostegno per imprese e lavoratori". A Empoli sospesi i cantieri di Open Fiber per la posa della fibra ottica. Lavori alla Vicarese


Fatti in parte i lavori di somma urgenza sulla frana al km. 4+500 circa della S.P. 556 Londa-Stia, verificatasi la sera del 03/03/2020, che aveva portato nei giorni scorsi alla chiusura della strada, l'ufficio viabilità della Città Metropolitana di Firenze ha revocato l'ordinanza di chiusura, a partire dalle 17 di domani sabato 21 marzo, e disposto l'istituzione di un senso unico alternato a vista con diritto di precedenza per i veicoli con direzione di marcia da Stia a Londa e con la contemporanea istituzione della limitazione della velocità a 30 Km/h dal Km 3+700 al Km 4+800, fino al giorno 30/06/2020, e comunque fino al completamento degli interventi necessari ed al ripristino della normale viabilità.

Pur nella situazione di emergenza dettata dalla necessità di contenere l'epidemia da coronavirus Covid-19, che impone una riduzione delle attività anche nella Pubblica amministrazioni, la Regione Toscana prosegue nella propria attività e ricorda che sono attive, già dallo scorso 11 marzo, le misure di sostegno al reddito per la chiusura della strada statale 3bis Tiberina E45 che fu determinata, ad autunno, da alcune frane verificatesi a seguito di piogge e condizioni meteorologiche avverse.

“Un decreto legge ha introdotto la possibilità di concedere alle imprese, ai lavoratori autonomi e ai lavoratori dipendenti, alcune misure di sostegno al reddito per la chiusura della statale Tiberina. La Regione lo ha adottato rendendo possibile queste disposizioni in Toscana”, precisa l'assessora regionale a Lavoro, formazione ed istruzione Cristina Grieco.

Gli imprenditori ed i lavoratori interessati possono acquisire le informazioni necessarie e presentare le domande rivolgendosi al settore Lavoro della Regione Toscana attraverso una specifica procedura telematica.

L’ufficio tecnico del Comune di Empoli ha sospeso momentaneamente le concessioni rilasciate a Open Fiber chiedendo la sospensione dei vari lavori in corso sulle strade cittadine per la posa della fibra ottica. Oggi dunque le ditte appaltatrici hanno provveduto a mettere in sicurezza i cantieri aperti e da domani, venerdì 20 marzo, fino al prossimo 3 aprile, le operazioni di posa della fibra saranno sospese. Si tratta di cantieri presenti in zona Terrafino, in Via Meucci, Via dei Cappuccini, Via Masaccio, Via del Giorgione, Via Bartolini - zona dietro al distretto sanitario Asl di ‘Rozzalupi’.

Sarà completata entro lunedì 23 marzo l’asfaltatura della nuova area di sosta davanti alla palestra comunale in piazza Piave a Malmantile. L’intervento di realizzazione del parcheggio a pettine per un totale di 30 posti auto è infatti ormai a conclusione. Rimane da realizzare la segnaletica e il posizionamento dei nuovi pali di illuminazione con tecnologia led, oltre a qualche lavoro di sistemazione delle aiuole e di taglio del verde.

“Questi ultimi lavori di rifinitura saranno completati appena possibile – ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici Emanuele Caporaso-, non sappiamo quindi dire con certezza la data di apertura del parcheggio, perché in questo momento le condizioni emergenziali del periodo non ci permettono di fare previsioni sui tempi di chiusura del cantiere. A tal proposito, per quanto riguarda i cantieri aperti in città, devo sottolineare che – ha aggiunto l’assessore Caporaso- data la situazione complessa che stiamo vivendo, gli interventi che saranno portati avanti saranno solo quelli che potranno garantire il rispetto delle disposizioni imposte dai decreti emanati, per tutti gli altri occorrerà avere pazienza se ci saranno ritardi o slittamenti”.

Ricordiamo infine che nell’ambito dei lavori per il parcheggio, utile sia per i frequentatori della palestra, per gli utenti della scuola primaria di Malmantile nonché per i residenti della zona, sono state realizzate anche nuove caditoie per la raccolta delle acque. L’intervento è costato 115.000 euro, totalmente a carico dell’amministrazione comunale.

“Come abbiamo sempre detto e ripetuto in ogni occasione, è necessario che i lavori di strade, ponti e infrastrutture in generale debbano svolgersi senza disagi o comunque riducendoli al massimo per le imprese del territorio. Per questo motivo la decisione della Provincia di Pisa di effettuare vari interventi di riasfaltatura della Vicarese, in un momento come questo, in cui il 95% delle attività commerciali è chiusa, trova il nostro plauso e sostegno”. E' esplicito il ringraziamento che il direttore di Confcommercio Pisa Federico Pieragnoli rivolge alla provincia: “Ringrazio pubblicamente il presidente Massimiliano Angori e il sindaco di San Giuliano Terme Sergio Di Maio per l'intelligenza e la sensibilità dimostrata con questa brillante idea di anticipare i lavori sulle strade, in un momento in cui gran parte dell'economia nazionale e locale è completamente paralizzata, le scuole sono chiuse e i movimenti della popolazione sono ridotti all'essenziale. Sembra un gesto scontato, ma non lo è, considerando i meccanismi e il funzionamento di certa burocrazia, abituata a lavorare a distanza siderale rispetto alla realtà delle cose”. “Così come sappiamo essere critici quando le circostanze lo richiedono, altrettanto ci piace riconoscere quelle scelte che portano beneficio alle imprese e più in generale alle comunità dei nostri territori. E questa è una di quelle. Superata la tempesta del Covid-19, se le aziende avranno la forza e il sostegno efficace delle istituzioni per tornare a lavorare e riaprire, imprenditori, clienti e fornitori potranno usufruire di infrastrutture rinnovate e più idonee alle loro necessità.” - conclude Pieragnoli.

Redazione Nove da Firenze