Pusher arrestato in piazza della Libertà, agente ferito

Nigeriano si mimetizzava tra i clienti in coda fuori dalle Poste per spacciare eroina. Sequestrati oltre alla droga circa 2mila euro in contanti


La Polizia ha arrestato in piazza della Libertà, nei pressi dell’ufficio postale, un nigeriano di 25 anni con l’accusa di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Il pusher è stato sorpreso all’opera dagli agenti del Commissariato di Rifredi che intorno alle 9 lo hanno bloccato dopo che aveva venduto un paio di dosi di eroina per 30 euro a un suo cliente italiano.

Durante le fasi dell’arresto il giovane ha tentato più volte la fuga sgomitando con forza e opponendo una decisa resistenza, circostanza durante la quale uno dei poliziotti, finito a terra insieme all’arrestato, è rimasto lievemente contuso.

Durante l’operazione la polizia ha sequestrato altre 15 dosi di eroina delle quali lo spacciatore aveva tentato di liberarsi gettandole a terra e più di 2000 euro in contanti, verosimilmente provento della sua attività illecita.

Addosso aveva anche un documento palesemente contraffatto: una carta di identità italiana smarrita da una terza persona con sopra successivamente apposta la sua fotografia.

Il 25enne, finito in manette per illecita detenzione di stupefacenti, dovrà rispondere anche di falsità materiale commessa da privato, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Redazione Nove da Firenze