Pronto Soccorso con i primi freddi si testa il nuovo Trauma Center

Incremento degli accessi al Pronto Soccorso di Careggi, condizione frequente con l’arrivo dei primi freddi


Nelle ultime 48 ore si evidenzia un incremento degli accessi al Pronto Soccorso di Careggi, condizione frequente con l’arrivo dei primi freddi. “Ogni anno – ricorda il Direttore Stefano Grifoni – l’abbassamento delle temperature comporta un aggravamento dei sintomi a carico delle vie respiratorie soprattutto nelle persone più anziane, nei cardiopatici e nei soggetti affetti da malattie croniche”.

Gradualmente la situazione sta tornando alla normalità con il completamento delle operazioni di ricovero dei pazienti più gravi. “E’ il primo inverno – prosegue Grifoni – durante il quale stiamo testando veramente a pieno regime il Nuovo Trauma Center, dopo l’attivazione del pronto soccorso unico nell’aprile dello scorso anno”.

“Fino ad ora – precisa Grifoni – l’incremento dei traumi rispetto all’afflusso di pazienti con altre patologie non aveva determinato condizioni di particolare disagio. Posto che in una struttura che è il più grande pronto soccorso della Toscana, con accessi che vanno dai 350 ad oltre 400 al giorno e dove si concentra la maggior complessità, è fisiologico registrare momenti di temporaneo affollamento, se tale condizione dovesse persistere, come previsto, la Direzione sanitaria avvierà la procedura di incremento del personale e dei letti di degenza necessari”.

Redazione Nove da Firenze