Progetto Ri-Vesti: raccolta abiti usati in area metropolitana di Firenze

La cooperativa per il servizio utilizza 7 automezzi (tra i quali uno elettrico per il centro storico di Firenze) e impiega 9 operatori


Sono 1725 le tonnellate di abiti usati raccolte lo scorso anno dalla cooperativa sociale San Martino con un aumento pari al 2% rispetto all'anno precedente, quando le tonnellate furono 1693. Sono alcuni dei dati emersi dalla presentazione, questa mattina in Palazzo Vecchio, del bilancio 2017 della cooperativa promossa nel 2000 dalla Caritas Diocesana di Firenze per realizzare il Progetto "Ri-vesti", che, con il posizionamento dei cassonetti, provvede alla raccolta degli abiti usati sul Comune di Firenze e in diversi Comuni della Provincia (San Casciano, Tavarnelle, Bagno a Ripoli, Scandicci, Impruneta, Calenzano, Greve, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio e Signa). 

Erano presenti l'assessore all'ambiente Alessia Bettini, il direttore dei servizi operativi area fiorentina di Alia spa Domenico Scamardella, il direttore di Caritas Firenze Alessandro Martini e il presidente della cooperativa San Martino Francesco Grazi.
La punta massima si è raggiunta ad ottobre con quasi 198 tonnellate di abiti usati raccolti.
La cooperativa per il servizio utilizza 7 automezzi (tra i quali uno elettrico per il centro storico di Firenze) e impiega 9 operatori dei quali 5 appartenenti a categorie svantaggiate, oltre a, occasionalmente, tirocinanti e ragazzi in servizio civile, anch’essi prevalentemente appartenenti a fasce deboli della popolazione.
A Firenze, in totale, sono stati raccolte quasi 1029 tonnellate la maggior parte delle quali nel Quartiere 2 (quasi 339 tonnellate). Proprio nella nostra città c'è il numero maggiore dei contenitori: 249 in tutto (79 nel Quartiere 5, 78 nel Quartiere 2, 47 nel Quartiere 4, 34 nel Quartiere 3 e 11 nel Quartiere 1).
In crescita anche la percentuale dei chili raccolti per abitante: a Firenze, per esempio, si è passati da da 2,48 chili nel 2016 a 2,73 lo scorso anno. Uno degli incrementi maggiori nel Comune di Signa: si è passati da 0,97 chili a 3,21 chili.
Dal 2 marzo è attivo, a Firenze, un nuovo servizio di raccolta di abiti usati nell’area interna ai viali di circonvallazione, per evitare lo smaltimento improprio di tali rifiuti a favore della raccolta differenziata e sostenere progetti dedicati a persone in difficoltà. Per usufruire del servizio si può telefonare al numero 334 3695950 (attivo da lunedì a venerdì, ore 9.00 - 17.00) e prenotare il ritiro, che avverrà nel giorno e nella fascia oraria concordate.
L’operatore ritirerà i sacchi nell’ingresso dell’edificio (o direttamente al piano, in caso di persone inabili o anziane). Possono essere messi nei sacchi: camicie, maglioni, maglie, pantaloni, gonne, cappotti, giacche, biancheria, coperte, tessuti in genere, cinture, borse e scarpe. La quantità minima di materiale per beneficiare del servizio è un sacco condominiale. 

Redazione Nove da Firenze