Processo Forteto-bis, Fiesoli assolto

"Il fatto non sussiste": la Corte di Appello di Firenze ha ribaltato il primo grado che aveva condannato il "guru" a 8 anni per abusi sessuali su un minorenne. I legali dell'accusa ricorreranno in Cassazione, la stessa chiamata a pronunciarsi sul filone principale


Il processo cosiddetto "Forteto-bis" oggi ha segnato un punto a favore di Rodolfo Fiesoli: la Corte di Appello di Firenze ha infatti ribaltato la sentenza di primo grado che aveva condannato il fondatore del Forteto a 8 anni di reclusione per abusi sessuali su un minore. "Il fatto non sussiste", secondo la corte fiorentina, che ha quindi assolto Fiesoli, 77 anni, difeso dall'avvocato Lorenzo Zilletti. I legali dell'accusa hanno già annunciato di voler ricorrere in Cassazione.

L'accusa gli viene da un minorenne, proveniente da una famiglia disagiata, che all'inizio degli anni Duemila frequentava il Forteto e talvolta su indicazione degli assistenti sociali vi pernottava. 

E' questo un filone secondario del processo al Forteto, che ha già portato Fiesoli a una condanna di 14 anni e 10 mesi, in attesa del pronunciamento definitivo della Cassazione.

Redazione Nove da Firenze