Post lockdown, è boom di fondi in vendita a Firenze: +12%

Ospitavano in particolare ristoranti e negozi. Stella (FI): "Regione stanzi subito risorse per contributo affitti commerciali. Ma quando arrivano i soldi della Regione Toscana a imprese e famiglie?"


Firenze, 31 luglio 2020 - "Dalla fine del lockdown la vendita di fondi commerciali a Firenze è aumentata del 12%, si tratta in particolare di fondi che ospitavano ristoranti e negozi. Ma che cosa aspetta la Regione Toscana a intervenire? E' urgente creare subito un fondo regionale contributo affitti commerciali, come hanno fatto altre Regioni Italiane". Lo chiede il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella (Forza Italia), commentando i dati diffusi dal centro studi Fimaa, la Federazione italiana mediatori e agenti.

"Siamo totalmente a fianco della battaglia dei negozianti e dei ristoratori fiorentini e toscani - sottolinea Stella -. Perché le loro attività possano riprendere a pieno regime, occorre che gli Enti Locali, Regione Toscana e Comune, aboliscano le numerose imposte che gravano su di loro, fino a quando la situazione economica non sarà tornata alla completa normalità. Chiediamo che la Finanziaria regionale contenga misure urgenti a favore di imprese e ristoranti della Toscana: se non si farà, la colpa di chiusure e disoccupazione sarà della sinistra".

"Secondo un'indagine condotta su 13.000 ristoratori toscani - evidenzia Stella - il 90% degli esercenti, se non ci fosse il blocco, sarebbe pronto a licenziare. A rischiare il posto sono 25mila dipendenti in Toscana, di cui 6mila a Firenze. La perdita di fatturato rispetto all'epoca pre Covid è mediamente del 75%, con picchi oltre il 90%. Con la riapertura, solo il 35% dei lavoratori è stato richiamato a lavoro. Invece di accusare le imprese di percepire indebitamente la CIG, Rossi si attivi per aiutare gli imprenditori ad andare avanti".

Redazione Nove da Firenze