Poker nel derby dell'Appennino

Le foto sono tratte dal sito ufficiale della società viola

Dopo un primo tempo a basso ritmo i viola si scatenano nella ripresa e travolgono il Bologna con quattro goal. Chiesa protagonista con una tripletta. In goal anche Milenkovic. Esordio in serie A del giovane portiere Brancolini


Il Derby dell'Appennino, senza pubblico e con una temperatura torrida, appare per lunghi tratti la classica partita di fine stagione. Una gara priva d’interesse tra due squadre che hanno raggiunto l'obiettivo salvezza e aspettano di finire questo strano anomalo campionato.

Parte,comunque, meglio il Bologna nel primo tempo ,mentre la Fiorentina palesa le consuete difficoltà a costruire gioco. Iachini schiera in avanti Cutrone e Chiesa, lasciando a riposo Ribery vittima di un risentimento muscolare. E' più vivace il Bologna che si rende pericoloso all'ottavo con un tiro di Dominguez deviato in angolo da Terracciano. Al quindicesimo ancora un'altra occasione degli emiliani con Sansone che in area,lanciato da Orsolini,manca di un soffio il bersaglio, mandando la sfera fuori. La Fiorentina appare disorientata e riesce a essere incisiva solo al 22' con una bell'azione di Chiesa che trova la deviazione di Danilo sulla linea di porta, La partita nella prima frazione di gioco la fa soprattutto il Bologna che nel recupero ha ancora un'ottima occasione con Dominguez che dal limite dell'area tira alto sulla traversa.

Nella ripresa i viola cambiano ritmo e trovano subito il goal al secondo minuto. Chiesa ,servito in area da Dalbert, tira in porta e trova la deviazione di un difensore bolognese che spiazza Skorupski.Raggiunto il vantaggio, la Fiorentina non si ferma, il Bologna cala d'intensità e si disunisce. Al nono è ancora Chiesa protagonista. Dopo un'azione personale, il talento viola entra in area e batte ancora Skorupski con un tiro in diagonale, Dopo nove minuti la Fiorentina è in vantaggio di due goal. Si attende una reazione del Bologna che non arriva. La squadra di Mihajlovic che aveva fatto la gara nel primo tempo, adesso non c'è più. Sono i viola a insistere e a trovare alla mezzora il terzo goal con Milenkovic che, su angolo di Pulgar anticipa tutti in area e mette in rete. La gara è praticamente chiusa, ma c'è ancora il tempo per un nuovo goal viola con Chiesa che da sinistra entra in area e batte Skorupski. Un risultato impensabile nel primo tempo, maturato in una ripresa condotta con grande determinazione. La nota migliore della gara e l aver ritrovato un Chiesa in grande spolvero che ci ha regalato un tripletta che consente al giovane talento di raggiungere quota dieci nel computo dei goal segnati in campionato

Queste le dichiarazioni di Beppe Iachini ai microfoni di Sky Sport: “Chiesa? Federico non è un giocatore problematico da gestire, è un ragazzo stupendo dal punto di vista professionale e umano. Perciò si è creato un buon feeling da subito. All’inizio, quando aveva qualche difficoltà fisica, preferivo impiegarlo in avanti per accorciargli il campo, poi è tornato a fare l’esterno. Oggi avevamo giocato tre giorni fa e ho preferito rifarlo giocare davanti. La mia idea da quando sono arrivato era riuscire a fargli fare il suo record di gol. Sono contento che l’abbia raggiunto, andando in doppia cifra. Poteva farlo prima perché ha avuto tante occasioni, però sono contento per lui. Così come sono contento per la squadra: quando hai raggiunto gli obiettivi, non è facile trovare stimoli. Quando sono arrivato, la situazione non era semplice, ma poi ci siamo compattati e abbiamo fatto un bel gruppo. Ora stiamo continuando a giocare e a fare prestazioni anche a risultato acquisito. Considero questo l’ottavo risultato utile consecutivo, perché a Roma non abbiamo perso la partita”

Ha parlato anche Rocco Commisso dagli Stati Uniti : “Un successo netto che abbiamo meritato. Vedere i ragazzi continuare a battersi così fino alla fine di questa stagione interminabile è un bel segnale di serietà e fiducia nelle proprie capacità. La difesa è stata fenomenale e Milenkovic nuovamente in goal è una bella soddisfazione. Sono molto contento anche per l’esordio in Serie A di Brancolini e Terzic. Questo gruppo ha dei valori che il Mister e il suo staff hanno saputo fare emergere. Sono felicissimo per la tripletta di Federico Chiesa, un ragazzo con qualità e doti indiscutibili. Una vittoria finalmente con tante reti al Franchi dedicata ai nostri tifosi che spero possano tornare presto vicino a noi,”.

Fiorentina-Bologna 4-0

FIORENTINA (3-5-2): Terracciano (40'st Brancolini); Milenkovic, Pezzella, Caceres; Venuti (22'st Lirola), Ghezzal (9'st Duncan), Pulgar, Castrovilli, Dalbert (30'st Terzic); Cutrone (22'st Kouame), Chiesa. Allenatore: Iachini.

BOLOGNA (4-3-3): Skorupski; Mbaye, Corbo, Danilo, Denswil (39'st Bonini); Dominguez (18'st Svanberg), Medel (18'st Schouten), Soriano; Orsolini (30'st Juwara), Barrow, Sansone (18'st. Baldursson). Allenatore: Mihajlovic.

Arbitro: Di Bello di Brindisi.

Reti: nel st 2' Chiesa; 9' Chiesa; 29' Milenkovic, 44' Chiesa.

Note: ammoniti: Ghezzal per simulazione, Corbo e Dalbert per gioco falloso

Alessandro Lazzeri