Pioggia, domani allerta per rischio idrogeologico/idradulico

Attenzione per tutto il giorno. Interessati soprattutto i corsi d'acqua secondari: in particolare Ema, Mugnone e Terzolle. Incubo grandine per i coltivatori


Domani allerta gialla per la pioggia con conseguente rischio idrogeologico/idraulico nel cosiddetto 'reticolo minore' che comprende i corsi d'acqua secondari (soprattutto Ema, Mugnone e Terzolle). Lo segnala il Centro funzionale regionale (Cfr) nel nuovo bollettino di valutazione delle criticità per la zona che riguarda sia il Comune di Firenze che quelli di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa. L'allerta scatterà alle 9 di sabato 18 maggio e si concluderà alle 20.

In particolare, per la pioggia oggi precipitazioni sparse in serata su costa e Arcipelago in lenta estensione verso l'interno. Cumulati medi non significativi; massimi puntuali non elevati in Arcipelago. Domani, sabato, precipitazioni sparse su tutta la regione a prevalente carattere di rovescio. Locali temporali. Cumulati medi significativi. Cumulati massimi fino a elevati sulle zone settentrionali e non elevati altrove. Forti intensità orarie massime.
Oggi non è previsto alcun temporale. Domani, isolati temporali possibili ovunque e più probabili sul settore occidentale. Occasionalmente i temporali potranno essere di forte intensità durante la notte e il primo mattino su Arcipelago e grossetano. Possibilità di colpi di vento e grandinate nei temporali.

Viste le previsioni meteo che annunciano piogge abbondanti per tutto il weekend, oltre a forte vento e abbassamento delle temperature, è stato annullato il Finger Food Festival previsto per questo fine settimana a Cascina (Pisa).A Chianciano Terme è stata rinviata la Fiera del Pane, la rassegna che punta alla valorizzazione di uno dei prodotti principi della nostra alimentazione.

Soprattutto nelle campagne, è allarme per il possibile arrivo della grandine che è la più temuta nelle campagne in questa fase stagionale per i danni irreversibili che provoca alle coltivazioni di frutta e verdura nei campi. Così la Coldiretti nel sottolineare che nelle zone interessate dall'arrivo del maltempo sono particolarmente concentrate le coltivazioni di frutta e sono state stese a protezione le reti antigrandine che tuttavia non ancora sufficientemente diffuse.

Redazione Nove da Firenze