Panchine nel centro storico: Il Pd si siede al posto di PaP?

Amato (PaP): “La commissione ambiente approva una mozione del PD, ma un anno fa bocciò la mia, l'amministrazione lo stava già facendo fu la motivazione dei consiglieri PD e dopo il caso di via dei Neri e con un anno di ritardo si sono ricreduti”. Replica Fabrizio Ricci (Presidente Commissione Ambiente, vivibilità urbana e mobilità)


“Un anno fa proposi con una mozione di collocare nuovi cestini e nuove panchine nel centro storico, così da indirizzare i flussi turistici anche dove esistono giardini, affrontando anche il problema della carenza dei bagni pubblici, ma la commissione ambiente la bocciò e i consiglieri del PD motivarono che tanto l'amministrazione lo stava già facendo, ma con oltre un anno di ritardo si sono ricreduti, tanto che la stessa commissione ambiente ha approvato ieri una mozione di consiglieri PD con la richiesta di panchine in centro. Ci voleva il caso dei panini di via dei Neri – aggiunge la consigliera di Potere al Popolo Miriam Amato – perché emergessero le inefficienze dell'amministrazione per la mancanza di panchine. Ma è assurdo che 15 mesi fa l'assessore all'ambiente Bettini affermasse in Commissione, che ci sarebbero state delle nuove panchine in piazza San Firenze, e che lunedì scorso l'assessore Gianassi mi risponda in Consiglio, rivendendo le stesse panchine in San Firenze, come se il tempo non fosse passato, senza nuove panchine anche nelle altre piazze del centro storico. Ed è incredibile che lo stesso presidente della commissione ambiente Ricci abbia bocciato la mozione oltre un anno fa e adesso sia fra i presentatori della nuova mozione col marchio PD – sottolinea la consigliera di Potere al Popolo Miriam Amato – dimostrando solo miopia politica, perché le proposte dell'opposizione vengono bocciate a prescindere. Ho suggerito ai consiglieri di maggioranza di guardare anche altre mie mozioni che mi hanno bocciato in questi anni, magari potrebbero trovare altri spunti utili, come per cestini e bagni pubblici, che indicavo proprio nella mozione sulle panchine. In commissione ho proposto di emendare la mozione del PD sulle panchine, aggiungendo appunto i cestini nelle zone carenti, ma il presidente Ricci ha sostenuto che i cestini portano degrado, e allora teniamoci la città sporca!” conclude la consigliera Amato.

“A suo tempo bocciammo la mozione della consigliera Amato sulle panchine nel centro storico perché non chiedeva solo le panchine ma altre cose che rendevano la mozione irrealizzabile. Quella approvata ieri in Commissione – spiega il presidente Fabrizio Ricci – ha come obiettivo l'installazione di nuove panchine proprio nell'area Unesco, ritenute utili anche a seguito dell'ordinanza del sindaco. Riguardo ai cestini per l'immondizia ho chiarito che vanno sistemati in luoghi adeguati e non senza una programmazione, altrimenti non servono ed anzi creano, se messi senza criterio, punti di accumulo che causano degrado. I cestini esistenti sono stati realizzati di concerto con la Soprintendenza, anche dal punto di vista architettonico. Pertanto, i cestini per i rifiuti nel centro storico di Firenze – replica il presidente della Commissione Ambiente, vivibilità urbana e mobilità Fabrizio Ricci – devono essere sistemati con un preciso criterio, sia dal punto di vista del numero che del luogo, cosa che evidentemente sfugge alla consigliera Amato oppure che non riesce a comprendere, visto che le è già stata ripetuta più volte la questione. La Commissione che presiedo assume decisioni per il bene della città e se vengono bocciate delle mozioni è perché non sono accoglibili, oppure strumentali, e non per compiacere una sola parte politica. Qualunque strumentalizzazione che venga fatta – conclude il presidente Fabrizio Ricci – non è pertanto pertinente con i lavori della Commissione che presiedo, i cui lavori difenderò sempre finché ne sarò presidente”. 

Redazione Nove da Firenze