Palagi (SPC): “Solidarietà all’occupazione di via degli Incontri, 2”

Il consigliere comunale: "Nasce per dare risposta a venti persone che altrimenti rischierebbero di dormire senza tetto sulla testa. L’emergenza abitativa ha bisogno di risposte reali"


“Via degli Incontri, 2. Un luogo – spiega il consigliere di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi – che ha una bella storia alle spalle, legata a Gabriella Bertini e Beppe Banchi, impegnati per decenni a sostegno della lotta dei diversamente abili. Hanno ottenuto insieme a tante altre energie e associazioni l’unità spinale di Careggi, anche grazie all’impegno in Regione Toscana del gruppo consiliare di quegli anni di Rifondazione.

Dopo la morte di Gabriella e lo sfratto di Beppe era andato avanti il progetto di Medicina Democratica, Adina (Associazione diritti persone non autosufficienti) e associazione Paraplegici Onlus, di trasformare casa e terreno circostante in una struttura al servizio dei paraplegici e delle loro famiglie. Inail latitante, una porta murata e una griglia per lasciare vuoto l’immobile sono una responsabilità politica della Regione Toscana.

Questa occupazione – conclude Dmitrij Palagi – nasce per dare risposta a venti persone che altrimenti rischierebbero di dormire senza tetto sulla testa. L’emergenza abitativa ha bisogno di risposte reali.

Il Movimento di Lotta per la Casa è una realtà importante per il nostro territorio.

Ora nessuno si permetta di fare la morale su questo immobile occupato. Le istituzioni devono solo vergognarsi di non aver mai fatto partire un progetto bello e necessario, tenendolo vuoto”.

Redazione Nove da Firenze