Turista australiano orina nel cortile di Palazzo Vecchio: maxi multa di 3300 euro

L'uomo, 66 anni, si è giustificato dichiarando alla Polizia Municipale di soffrire di prostatite


Si è giustificato dichiarando alla Polizia Municipale di soffrire di prostatite. Ma questo non è servito per evitare la maxi multa. Si tratta di un turista australiano pizzicato qualche giorno fa dagli agenti del distaccamento della Zona Centrale mentre orinava nel cortile interno di Palazzo Vecchio, nascosto dietro lo stipite del portone su via della Ninna. Per il 66enne, che aveva anche il biglietto del museo, è scattato il verbale per atti osceni in luogo pubblico, reato depenalizzato per il quale è prevista una sanzione da 3.333 euro.

Redazione Nove da Firenze