Orienta-To 2018, focus su percorsi formativi universitari e opportunità offerte dagli ITS

L’evento di domani si svolgerà in contemporanea ad Arezzo, Firenze, Grosseto, Lucca, Pisa, Pistoia e Prato


 A Firenze, saranno i ragazzi delle classi 5° di alcuni istituti dell’area metropolitana i protagonisti di Orienta-To 2018, un focus sui percorsi formativi universitari e sulle opportunità offerte dagli ITS della regione. 

«In una società veloce e complessa come quella dei nostri giorni, scegliere il proprio futuro tra i molteplici percorsi formativi professionali, seguendo le proprie passioni ed attitudini, non è facile impresa soprattutto se ci si deve confrontare con il mercato del lavoro - sottolinea Caterina Sismondi, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Firenze -. La città di Firenze e la regione Toscana sono ricche di eccellenze produttive, di istituti tecnici superiori e universitari altamente qualificati ed offrono straordinarie capacità professionali ed occupazionali. Tuttavia constatiamo amaramente che i giovani studenti non conoscono o conoscono ancora troppo poco, le molteplici opportunità lavorative con le quali andranno a confrontarsi dopo i propri percorsi scolastici ed universitari. E' per questo che come Gruppo Giovani Imprenditori portiamo avanti questo progetto che si propone di aprire un dialogo diretto con i ragazzi per ridurre le distanze tra il mondo della formazione e quello del lavoro. Il loro futuro è il nostro futuro e quello delle nostre imprese»

L’iniziativa, che a Firenze vede protagonisti i ragazzi di ISISTL Russell Newton, IISS Calamandrei, ITT Marco Polo, IIS Sassetti Peruzzi è stata curata da Caterina Sismondi, presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Firenze e coordinatrice del Gruppo di Lavoro Orienta-To 2018. L’evento di domani si svolgerà in contemporanea ad Arezzo, Firenze, Grosseto, Lucca, Pisa, Pistoia e Prato ed è organizzata dai Giovani Imprenditori di Confindustria Toscana, in collaborazione con i Gruppi Giovani Imprenditori delle rispettive città toscane.

L’obiettivo è quello di raccontare l’offerta formativa regionale, sia universitaria che tecnica, e il legame con il tessuto produttivo e i suoi fabbisogni. Tante anche le testimonianze delle imprese che porteranno gli studenti «in viaggio» tra i mestieri del futuro. Dalle Università di Firenze e Siena alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, dalla Scuola di Scienze Aziendali di Firenze agli ITS della regione.

Orienta-TO si inserisce nell’ambito delle iniziative promosse dalla XVII Settimana della Cultura d’Impresa organizzata da Confindustria e ha ottenuto il patrocinio della Regione Toscana.

«Le imprese cercano i giovani e i giovani non trovano lavoro: un paradosso che non possiamo permetterci dato un tasso di disoccupazione giovanile ancora tra i più alti tra le regioni del centro-nord, anche se in miglioramento rispetto agli ultimi anni – spiega Eleonora Anselmi, presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Toscana -. Secondo una recente indagine di Confindustria, il 33% delle professionalità tecniche richieste dalle aziende risulta introvabile; occorre un maggior impegno per riuscire a comunicare meglio le richieste del mondo produttivo e creare un ponte tra imprese e formazione. La 4° rivoluzione industriale sfida, accanto al mondo produttivo, anche il sistema dell’istruzione e della ricerca e per questo abbiamo coinvolto nel nostro progetto tutti gli attori della formazione, con la convinzione che i giovani e il loro futuro debbano rimanere al centro dell’agenda politica e sociale per vincere la partita della competitività e della crescita»

Redazione Nove da Firenze