Ordinanza “piazze vivibili”: prima giornata di controlli

Prima denuncia per stato di ebbrezza. Denunciata anche una straniera irregolare, identificate una quindicina di persone ed elevate due multe per bivacco. Stamani controllo congiunto Carabinieri-Polizia anche alle Cascine. La Municipale impegnata pure nell’attività di informazione. Gianassi: “Grande mobilitazione, continueremo nei prossimi giorni”


Controlli nelle piazze e nei giardini di tutti i Quartieri. Il primo giorno in cui è attiva l’ordinanza “piazze vivibili” firmata ieri dalla vice sindaca Cristina Giachi sono stati numerosi i controlli eseguiti. La Polizia Municipale ha fatto sopralluoghi in tutte le piazze inserite nell’ordinanza (nel Quartiere 1 i giardini di via Galliano; nel Quartiere 2 l’area del Parterre compresa piazza della Libertà; nel Quartiere 3 via Reims e le piazze Bartali e Artusi; nel Quartiere 4 piazza Pier Vettori; nel Quartiere 5 i giardini pubblici tra via Allori e via Baracca, piazza Santo Spirito, e il Giardino della Catena nel Parco delle Cascine).

Una trentina gli agenti impegnati nei vari controlli che hanno svolto molta attività di informazione e diffidato dal tenere comportamenti scorretti, oltre ad identificare in tutto una quindicina di persone di cui 10 in piazza Pier Vettori. Nonostante l’attività informativa, una prima denuncia penale è arrivata intorno alle 11,30 nel giardino di via Galliano per violazione all’ordinanza “piazze vivibili”: si tratta di un uomo di 49 anni, originario del Marocco, in regola con il permesso di soggiorno, che bivaccava in stato di ebbrezza alcolica molestando i presenti. Multate in via Galliano anche due donne per violazione del regolamento urbano: una dell’est ha ricevuto un verbale da 160 euro perché trovata a bivaccare. Stessa multa anche per una donna originaria del Perù, senza permesso di soggiorno: per lei scatterà, oltre alla sanzione, anche la denuncia per violazione delle norme sull’immigrazione. In Piazza Bartali un uomo, che era stato segnalato nei giorni scorsi perché infastidiva i passanti, è stato allontanato e affidato alle cure mediche del caso.

Questa mattina, i Carabinieri del Comando Provinciale e personale della Polizia Municipale hanno organizzato ed eseguito un servizio finalizzato all’allontanamento dall’area del Parco delle Cascine di soggetti extracomunitari i quali avevano allestito, principalmente nei giardini adiacenti via della Catena, alcuni bivacchi ed accampamenti abusivi. Oltre ai militari della Compagnia CC di Firenze, l’operazione ha visto coinvolte 2 squadre della Compagnia di Intervento Operativo del 6° Battaglione “Toscana” e un’unità cinofila antidroga dell’Arma, che si sono occupati prevalentemente della parte relativa all’attività di polizia giudiziaria (identificazione, sequestro e fotosegnalamento). Il Personale della Polizia Municipale, invece, intervenuto anche con agenti dei Reparti Antidegrado e Anticrimine, si è occupato della rimozione delle suppellettili presenti (con il supporto della società Alia) e dell’irrogazione delle sanzioni amministrative riscontrate, in esecuzione dell’Ordinanza 2018/00237 con oggetto “Misure e tutela della sicurezza urbana e della vivibilità della città”. Nel corso dell’attività sono stati conseguiti i seguenti risultati:

- identificate 25 persone (12 di origine gambiana, 3 italiani e i restanti provenienti da Costa d’Avorio, Mali, Kosovo, Sierra Leone, Senegal, Romania);

- sequestrati grammi 12,4 di marijuana e grammi 12,9 di hashish a carico di ignoti;

- elevati 6 verbali di € 160,00 per violazione della norma anti bivacco (art. 15 comma 1° lett. D RPU);

- rimossi 3 tende, 15 materassi e 12 rottami di biciclette.

“Una grande mobilitazione in questa prima giornata – ha detto l’assessore alla sicurezza Federico Gianassi – che ha permesso di eseguire controlli in tutta la città. Gli interventi fatti e la presenza della polizia municipale, che continueranno nei prossimi giorni, sono stati molti apprezzati dai cittadini”.

Redazione Nove da Firenze