Rubrica — Editoria Toscana

Open Corporation: ‘Be Open Be Accountable’

Il libro/toolkit per incominciare a sapere qualcosa delle multinazionali


È stato presentato mercoledì a Firenze il volume “Be Open Be Accountable” a cura di Stefania Radici e di Giorgio Verrecchia, che contiene un insieme di strumenti per ricercare e leggere consapevolmente gli indicatori utili a valutare la responsabilità sociale e la trasparenza di un’impresa multinazionale, nonché ad intraprendere percorsi di miglioramento nell’ottica di un’apertura e di un rafforzamento della capacità di «rendersi conto per rendere conto» a tutti i soggetti portatori di interesse. Il libro, stampato in numero limitato su carta certificata FSC e disponibile gratuitamente online all’indirizzo www.opencorporation.org, illustra in dettaglio la metodologia di lavoro adottata da Open Corporation e gli algoritmi alla base dei rating aziendali delle 200 aziende prese in esame nel 2017 su sette argomenti: Dialogo Sociale, Condizioni di Lavoro, Responsabilità Sociale d’Impresa, Gestione Finanziaria, Diversità e Inclusione Sociale, Politiche Aziendali sull’Accessibilità, Sostenibilità Ambientale. Il confronto fra i 200 rating aziendali ha prodotto il primo #OpenCorporationRanking, che si ritrova nella copertina del libro:

La pubblicazione del volume è stata promossa e finanziata dal Centro Multiservizi – e dal Centro studi FILCAMS CGIL, ed è stata realizzata nell’ambito del progetto cofinanziato dall’Unione EuropeaOpen EWC - Making Transnational Companies More Transparent, Inclusive and Accessible to Employee Involvement”.
Nel corso della conferenza stampa si è gettato uno sguardo al futuro e all’ampliamento della base dati presa in esame dall’Osservatorio di Open Corporation. Quest’anno le imprese multinazionali esaminate passeranno da 200 a 2.000. Per tali imprese sarà disponibile una scheda di rating che, oltre a una descrizione dell’azienda, alle news che la riguardano, a informazioni su contratti Collettivi sottoscritti e a organismi di informazione e consultazione costituiti (es. CAE, SE), fornirà una valutazione sui comportamenti rilevati nelle materie che compongono l’OpenCorporationRanking.
E si prevede per il prossimo autunno la pubblicazione dei Rating e del Ranking 2018, l’indice di trasparenza che sintetizza quanto le multinazionali risultino “open” per la quantità di dati pubblicati e quindi “accessibili”. Contestualmente sarà anche rilasciato un aggiornamento del sito web di Open Corporation, che recepirà i risultati di un sondaggio somministrato nelle scorse settimane a tutti i portatori di interesse che ruotano intorno al progetto: non solo sindacalisti e rappresentanti dei lavoratori, ma anche cittadini, politici, accademici e - in misura pari a circa il 10% del panel che ha fornito una risposta - rappresentanti d’impresa. I risultati del sondaggio hanno fornito importanti e puntuali indicazioni per l’arricchimento della piattaforma, incentrandosi in particolare sulla necessità di misurazioni e comparazioni sempre più approfondite al fine di possedere gli strumenti e attuare le tecniche di analisi necessarie per governare le multinazionali e le nuove frontiere del lavoro, con l’obiettivo ultimo di garantire la più ampia inclusione.
All’interno della nuova piattaforma web Open Corporation, che continuerà a svolgere il ruolo di centro di raccolta e diffusione delle informazioni, ogni azienda, oltre ad essere comparata con le performance delle altre, lo sarà anche su se stessa, confrontando l’andamento degli indicatori rispetto all’anno precedente. Le corporation che accettano la sfida della trasparenza possono accedere all'area riservata del sito e mettere a disposizione i dati che riguardano la propria azienda, semplicemente rispondendo al questionario online.

Redazione Nove da Firenze