Oltrarno: variante per un parcheggio da 170 posti in via della Fonderia

Oggi l’ok definitivo del Consiglio comunale. L’assessore Bettarini: “Un intervento molto atteso da tutto il quartiere per dare una risposta al problema della sosta”. Il Presidente della Commissione Urbanistica Leonardo Bieber (PD): “Soddisfatta l'importante richiesta dei cittadini”


Un nuovo parcheggio da 170 posti tra via Pisana e via della Fonderia, con piano seminterrato e spazio di superficie da destinare alla sosta a rotazione. È quanto prevede la delibera presentata dall’assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini che ha avuto oggi il via libera del Consiglio comunale con l’approvazione della variante semplificata. L’ok della giunta era arrivato il 5 febbraio scorso. “Un’opera necessaria per dare una risposta al problema della sosta in Oltrarno particolarmente sentito dai residenti – ha detto l’assessore Bettarini – Un’esigenza più volte manifestata dal Consiglio del Quartiere 4 alla quale andiamo a dare risposta con un intervento importante per la realizzazione di 170 posti auto in una zona che ne ha particolarmente bisogno. In fase di approvazione della variante semplificata – ha proseguito Bettarini - abbiamo anche accolto l’osservazione dei cittadini per il miglioramento degli aspetti legati a luce e contenimento del rumore”.

L’intervento nell’area, per ubicazione e dimensione, può contribuire a risolvere i problemi della sosta in Oltrarno con la realizzazione di circa 170 posti auto da ospitare per la maggior parte in un parcheggio multipiano fuori terra da destinare ai residenti. La richiesta di intervento da parte del Quartiere 4 era stata formalizzata con una nota del Collegio di presidenza a settembre 2017. Trattandosi di un’area libera all’interno del tessuto storico, l’intervento dovrà prestare particolare attenzione all’inserimento della struttura nel contesto esistente.

“Si tratta di un’opera importante e molto attesa da tutti i cittadini della zona per dare una risposta concreta al problema della sosta in Oltrarno, esigenza particolarmente sentita e lamentata dai residenti – dichiara il Presidente Bieber – e più volte evidenziata anche dalla stesso Consiglio di Quartiere. Nel regolamento urbanistico si prevedeva la possibilità di realizzare un parcheggio privato meccanizzato multipiano fuori terra. Stante le difficoltà evidenziate in merito alla fattibilità di quel tipo di struttura, con questa variante, su richiesta proprio del Quartiere 4, si prevede che il privato possa realizzare una struttura di parcheggio, sempre di carattere pertinenziale, ma con libero accesso agli utenti e non meccanizzato". "Fondamentale – precisa il presidente Leonardo Bieber – che il progetto che verrà realizzato terrà conto della presenza del verde, adeguato a ridurre l’inquinamento acustico, atmosferico e luminoso così da inserire nel modo migliore la struttura nel contesto urbanistico esistente (come indicato in una delle osservazioni presentata da cittadini e residenti della zona e che è stata accolta) e che nel nuovo Parcheggio Fonderia sia assicurata un’adeguata presenza di stalli pubblici di sosta a rotazione, come raccomandato anche dalla stessa Commissione Urbanistica”. 

Redazione Nove da Firenze