Olimpiadi 2032, c'è una novità: a Firenze e Bologna si aggiunge Genova

Oggi l'incontro al Coni dei sindaci Nardella e Merola con il presidente Malagò che ha rivelato l'intenzione della città ligure di aggregarsi. Tempi rispettati, la prossima settimana incontro con il ministro dello Sport Spadafora


(DIRE) Roma, 29 nov. - "Abbiamo avuto un lungo e fruttuoso incontro col Coni. Il presidente Malagò ha ascoltato con attenzione la nostra proposta di candidare l'Italia, proposta che il Coni ci ha assicurato che verrà approfondita con la massima attenzione". Così il sindaco di Firenze, Dario Nardella, che questo pomeriggio ha fatto visita al Foro Italico a Roma insieme al primo cittadino di Bologna, Virginio Merola, per un colloquio sulla possibile candidatura delle due città ai Giochi Olimpici estivi del 2032. 

Una candidatura che, novità di oggi, si arricchisce della presenza di Genova: "Un'altra grande città italiana - ha aggiunto Nardella- Il sindaco Bucci ha manifestato formalmente questa intenzione al Coni e siamo contenti che si aggreghi una terza regione con una grande tradizione di sport di mare e proprio perché vive un periodo impegnativo, merita di darsi un obiettivo, un sogno verso la rinascita". 

Il sindaco di Firenze ha poi rivelato dei contatti presi col ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, "con cui ci incontreremo la prossima settimana". Dunque "aspettiamo le valutazioni del Coni e nel frattempo lavoriamo per un progetto credibile e sostenibile". A chi chiede se l'intenzione di candidarsi sia molto in anticipo con i tempi, Nardella ha poi risposto: "Secondo me siamo abbastanza nei tempi, anzi abbiamo il margine sufficiente per attrezzare tutto in modo serio e consentire al Coni di prendere una decisione con elementi concreti".

Redazione Nove da Firenze