Obbligo del casco sul monopattino, mezzo pasticcio a Firenze?

Ricorsi al Tar perché annulli l'obbligo disposto dal sindaco, che entra in vigore da oggi. La Lega: "Condividiamo l’esigenza primaria di garantire l’incolumità delle persone, ma per questo serve una legge nazionale e non l’ordinanza di un sindaco. Un comune non può modificare il codice della strada". Obbligo in vigore da oggi


“Da oggi entra in vigore l’obbligo di indossare il casco per chi utilizza il monopattino.

Tutti sanno benissimo – spiegano il vice presidente del Consiglio comunale e consigliere della Lega Emanuele Cocollini ed il capogruppo della Lega al Quartiere 5 Matteo Chelli – che sono già stati fatti numerosi ricorsi al Tar per dichiarare illegittima l’ordinanza.

Condividiamo l’esigenza primaria di garantire l’incolumità delle persone, ma per questo serve una legge nazionale e non l’ordinanza di un sindaco.

Ci fa piacere che anche il Presidente della Commissione Territorio del Quartiere 5 Filippo Ferraro, esponente del Partito Democratico, la pensi come noi.

Un comune non può modificare il codice della strada” dice bene Ferraro, per questo chiediamo nuovamente al Sindaco Nardella di ritirare l’ordinanza – concludono Cocollini e Chelli – prima che il tribunale amministrativo la dichiari illegittima costringendo il Comune in un oneroso contenzioso legale”.

Redazione Nove da Firenze