Nuovo bando per il servizio civile: cultura, integrazione e creatività

Undici posti disponibili nel comune di Montelupo. Tre a Lastra a Signa. Quattro all’Unione italiana ciechi. All’Arci di Siena 12 per tre progetti. Le Case di Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald aprono le porte a otto volontari


È aperto il bando per il servizio civile universale. Possono presentare domanda i giovani tra i 18 e i 29 anni non compiuti presentando la richiesta esclusivamente online tramite Spid accedendo al sito https://domandaonline.serviziocivile.it entro e non oltre le ore 14 del prossimo 15 febbraio. Il servizio civile universale avrà una durata di 12 mesi, con un impegno di circa 25 ore settimanali, per un totale di 1.145 ore. Le persone ammesse svolgeranno una formazione generale obbligatoria, con 32 ore in aula e 10 ore a distanza, e una formazione specifica obbligatoria, pari a 72-76 ore, che fanno parte del monte ore annuale.

I progetti proposti dal Comune di Campi Bisenzio per il Bando per il Servizio Civile Universale prevedono un anno di servizio civile retribuito. a domanda di partecipazione può essere presentata per un solo progetto. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per il 15 febbraio 2021 alle ore 14:00.

Un anno in Comune con il Servizio Civile Universale: è pubblicato nella sezione del sito web del Comune di Lastra a Signa “Altri Bandi e Avvisi Pubblici” il bando per candidarsi al progetto elaborato da Anci Toscana “La persona al Centro, Servizi e reti per il supporto alle persone fragili”. I posti sono 3 e la scadenza per presentare le domande è il 15 febbraio alle 14. Le attività da svolgere sono: accompagnamento a visite, accompagnamento e sostegno in ambito scolastico, attività di animazione per gli anziani inseriti nelle RSA.

Il comune di Montelupo Fiorentino, per la prima volta grazie alla collaborazione con Arci, ha avuto modo di avere accesso al Servizio Civile Universale e di proporre due progetti che hanno come filo conduttore comune l’avvicinamento dei ragazzi alla cosa pubblica, attraverso modalità e canali potenzialmente attinenti ai loro interessi. I progetti candidati sono due:

  1. Beninrete: promozione e valorizzazione del territorio montelupino attraverso i nuovi mezzi di comunicazione
  2. Il comune da vicino: l'istituzione si apre alla cittadinanza

Il primo progetto “Benirete” interviene sull’ambito culturale, sulla valorizzazione del patrimonio di Montelupo, collegato alla ceramica, all’arte contemporanea, ma anche alla memoria e alle nuove emergenze artistiche. I volontari selezionati avranno modo di lavorare con i canali social già attivi o in corso di attivazione al fine di promuovere un’immagine fresca di Montelupo e di potenziare la comunità che ruota attorno all’area culturale. Al fine anche di interessare un numero crescente di giovani alle attività culturali promosse dall’ente. Saranno coinvolti in progetti di fundraising a sostegno dell’arte attraverso la promozione dell’ART BONUS o altre azioni mirate. Avranno modo da un lato di partecipare alla valorizzazione del patrimonio esistente, in particolare quello connesso al Novecento, al design e alle aziende del territorio e dall’altro di essere interlocutori per progetti specifici, che ad esempio potranno riguardare la street art.

Il secondo progetto “Il Comune da vicino” ha come obiettivo finale quello di promuovere inclusività, informazione e partecipazione da parte di tutti i cittadini. Tradotto nella pratica i volontari avranno modo di lavorare a stretto contatto con l’ufficio comunicazione, l’ufficio eventi e l’ufficio unico con l’obiettivo di migliorare l’informazione verso i cittadini, di supportarli nell’uso delle nuove tecnologie attraverso la realizzazione di appositi strumenti (video, infografiche) e vere e proprie campagne informative. Inoltre, in collaborazione con l’associazione ASP Montelupo sarà aperto un punto informativo presso il palazzetto dello sport e uno dei volontari sarà coinvolti nell’organizzazione, nella promozione e nella gestione di questo servizio.

Sono quattro i posti offerti dall’Unione italiana ciechi e ipovedenti di Firenze, per complessivi due progetti di durata annuale. La modalità d’impiego prevede un monte ore totale di 1145, per un massimo di 25 ore di servizio a settimana. I giovani selezionati per fare la loro esperienza riceveranno un trattamento economico pari a 439,50 euro al mese, potranno partecipare a 120 ore di formazione, riceveranno l’attestato di partecipazione al servizio civile universale e beneficeranno pure di un periodo di tutoraggio, ovvero un percorso di orientamento al lavoro. Un’occasione utile per progettare il proprio futuro al termine del servizio civile.

Si chiama “Ci vediamo a casa” il nuovo progetto realizzato da Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald insieme a MoVI - Movimento di Volontariato Italiano, che offre la possibilità a 8 volontari del Servizio Civile, tra i 18 e i 29 anni, di fare un’esperienza formativa in una delle Case Ronald dislocate in tutta Italia. Il MoVi da sempre promuove la cultura del volontariato con percorsi formativi utili alla carriera lavorativa e universitaria, percorsi che da quest’anno vedranno coinvolte anche le Case Ronald di Roma, Fiumicino, Brescia e Firenze. L’esperienza, della durata di 12 mesi, permetterà ai giovani volontari di conoscere i progetti e condividere la mission di Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald, dando supporto ai piccoli ospiti delle strutture e alle loro famiglie. Un’opportunità unica per capire il Terzo Settore e che richiede grande spirito di servizio e voglia di crescere. I candidati avranno tempo fino alle ore 14:00 del 15 febbraio per presentare la propria domanda; al termine del progetto, i volontari riceveranno una certificazione di partecipazione. Per maggiori informazioni e presentare la candidatura consultare il sito.

Sono 12 le opportunità di servizio civile universale che l’Arci provinciale di Siena mette a disposizione di giovani dai 18 ai 29 anni, non compiuti, con tre progetti legati ad attività culturali, ricreative e di aggregazione promosse dall’associazione. Le domande possono essere presentate fino alle ore 14 di lunedì 15 febbraio. Il servizio civile universale avrà la durata di un anno, con un rimborso spese mensile di 439,55 euro. Per ulteriori informazioni, è possibile contattare Arci Servizio Civile Siena al numero 0577-247510 oppure all’indirizzo mail siena@ascmail.it.

Redazione Nove da Firenze