Notte di violenza a Firenze: aggressioni, rapine ed accoltellamenti in centro

Due peruviani danneggiano con un casco la macchina di una famiglia di turisti, poi li aggrediscono e rapinano degli effetti personali


Una tranquilla serata fiorentina tramutatasi ben preso in momenti di panico per una famiglia di turisti tedeschi.
Sono all’incirca le 02.30 di mattina e la famiglia composta dal padre di 60 anni, le due figlie, il figlio, insieme al genero di una delle due ragazze, di 26 anni, si fermano a fumare una sigaretta in viale Fratelli Rosselli.
Una coppia di peruviani di 19 e 21 anni, palesemente ubriachi, nel passare tra le auto in sosta, con il casco della ragazza urtano la macchina del genero danneggiandogli lo specchietto. Tra le lamentele dei famigliari i due ragazzi non solo non si scusano ma inveiscono contro di loro ed infine gli si scagliano contro con una violenza inaudita: la donna con il casco colpisce l'uomo di 60 anni al volto mentre l’uomo con calci e pugni ai avventa contro il genero di 26 anni rapinandolo della catena in oro, del cellulare SAMSUNG S7 e di un accendino bianco.
Improvvisamente i due si fermano e si allontanano per l’arrivo di una pattuglia dei carabinieri del Nucleo Radiomobile di Firenze che li mette in allarme. Tentano di dileguarsi e nell’allontanarsi, il ragazzo passa alla ragazza la collana in oro che nasconde nella scarpa ma la fuga dura poco.

I militari, osservato in lontananza quanto stava accadendo, velocemente raggiungono il gruppo e fermano i due peruviani che identificano. Li perquisiscono trovando sulla ragazza la collana in oro nascosta nella scarpa e sull’uomo, il telefono cellulare con l’accendino del ragazzo. Sul posto l'uomo di 60 anni sanguinante al volto per i colpi ricevuti, viene soccorso da un’ambulanza del 118 che lo conduce all’Ospedale di Firenze Santa Maria Nuova diagnosticandogli un trauma cranio con ferita lacero contusa, mentre il genero solo dei graffi al collo e qualche contusione.

I militari del Nucleo Radiomobile di Firenze arrestano i due peruviani per rapina aggravata e lesioni dolose. I due, ora a Sollicciano, saranno ascoltati dal G.I.P. di Firenze per la convalida dell’arresto nelle prossime giornate.

Sempre nel corso della nottata in via Alamanni, nei pressi di un locale pubblico a seguito di una lite tra cittadini peruviani, due di questi sono stati accoltellati, verosimilmente da un loro connazionale sconosciuto, che è riuscito a dileguarsi prima dell’arrivo delle Forze dell’Ordine.
Pare che il tutto sia scaturito da un apprezzamento avanzato dall’autore del reato nei confronti di una donna che si trovava in compagnia delle due vittime. Entrambi i feriti, un 26enne ed un 20enne, sono stati accompagnati dai sanitari del 118 presso l’ospedale di Careggi. Il primo è stato ricoverato in “prognosi riservata” perché attinto da 5 coltellate, di cui una al polmone sinistro, mentre l’altro, in corso di refertazione, è stato raggiunto da due coltellate lievi all’addome. Indagini in corso da parte della Compagnia Carabinieri di Firenze che sta esaminando tutte le telecamere di zona.

Redazione Nove da Firenze